Lunedì, 22 Luglio 2024

Anziani turisti "giocano" con monumento contro i femminicidi: provvidenziale l'intervento di un cittadino

Ad essere danneggiata è stata l'opera dedicata alla memoria di tutte le donne vittime di violenza di Porta di Ponte

Dopo i vasi in ceramica, anche il monumento contro il femminicidio di Porta di Ponte è stato preso di mira dai vandali. Le grandi scarpe rosse, collocate il 9 dicembre del 2021, dall'allora ex assessore comunale Roberta Lala in memoria di tutte le donne vittime di violenze, sono state sradicate dalla base in pietra.

Un gruppo di anziani turisti francesi che, con molta probabilità, non conoscevano il significato dell'opera, avrebbero preso in mano le grandi calzature rosse realizzate dall'artista Peppe Cacocciola.

A Porta di Ponte un monumento contro il femminicidio, l'assessore Lala: "Sia da monito per non dimenticare"

Fortunatamante, il titolare di un vicino esercizio commerciale, Gianni Dalli Cardillo, assistendo alla scena si è fatto consegnare le scarpe dai turisti e gli ha anche spiegato che si trattava di una parte del monumento contro la violenza sulle donne.

L'imprenditore, dopo aver messo al sicuro le scarpe, ha segnalato il danneggiamento ad alcuni ex amministratori comunali che a loro volta, hanno avvisato il sindaco Franco Miccichè.

Video popolari

AgrigentoNotizie è in caricamento