rotate-mobile
Cronaca Ravanusa

Strage di Ravanusa, individuata l'auto dei due dispersi: è nel garage con i fari ancora accesi/DIRETTA

I vigili del fuoco stanno lavorando per estrarre dalle macerie un padre 59enne e il figlio 33enne. Sul posto sono arrivati il prefetto Cocciufa e il questore Iraci

Salgono a 7 le vittime trovate tra le macerie di Ravanusa dove sono collassate le palazzine tra le vie Trilussa e Galilei. Lo rende noto il portavoce dei vigili del fuoco, Luca Cari. Per 30 ore si è scavato ininterrottamente e poco dopo le 6.30 è avvenuto il ritrovamento di 4 corpi dopo i primi tre recuperati nella notte tra sabato e domenica.

Silenzio, polvere e singhiozzi in via Trilussa dove si scava ancora per ritrovare i due dispersi: dolore e sgomento fanno "a pugni" con le luci di Natale nel resto del paese

Ore 18,40. I soccorritori hanno individuato un'auto, con i fari ancora accesi, all'interno della quale sarebbero stati sorpresi Giuseppe e Calogero Carmina, padre e figlio di 59 e 33 anni. Il momento del ritrovamento degli ultimi due dispersi potrebbe essere più vicino.

Ore 18,20. "Il nostro cuore è turbato. Ma andiamo avanti nella solidarietà e nella fede, consapevoli che tutta la storia è storia della salvezza". Lo ha detto l'arcivescovo di Agrigento, Alessandro Damiano, stasera, nella sua omelia nella chiesa madre di Ravanusa, alle spalle dell'area devastata dall'esplosione.

Ore 17. Fra un'ora l'arcivescovo di Agrigento, Alessandro Damiano, celebrerà una messa in paese per pregare insieme ai fedeli. La comunità ecclesiale agrigentina si stringe attorno a Ravanusa e avvia una colletta straordinaria.

"A tutte le parrocchie - si legge una nota della diocesi - chiediamo di farsi promotrici dell'iniziativa, sensibilizzando i propri territori e destinando le raccolte offertoriali della IV Domenica di Avvento (Avvento di Carità) al fondo che Caritas Diocesana Agrigento destinerà al supporto di interventi in favore della comunità di Ravanusa. Le offerte potranno inoltre essere versate con bonifico sul c/c bancario di Banca Intesa S. Paolo Intestato all' Arcidiocesi di Agrigento (IBAN: IT 69 Y 03069 09606 100000006841) con la causale "Caritas per Ravanusa". Sarà possibile inoltre versare le somme direttamente all'Ufficio Economato dell'Arcidiocesi, in piazza Don Minzoni, 19 o con bonifico sul c/c bancario di Banco di Credito Cooperativo Agrigentino Intestato a Fondazione Mondoaltro Onlus (IBAN: IT 30 C 07108 16600 000000001459).

Ore 16. Il corpo ritrovato nelle scorse ore, a lungo irriconoscibile tanto da pensare si trattasse di un'altra persona rispetto a quelle indicate nella lista dei dispersi, è di Carmela Scibetta, dirigente del settore Affari generali del Comune di Ravanusa.

Ore 13.21. Sui luoghi della tragedia è appena arrivata il prefetto di Agrigento Cocciufa insieme al questore Iraci. "Sono fiera, se in un momento così drammatico - ha detto ai presenti - che il sistema di soccorso abbia funzionato perfettamente con la tempestività, l'impegno e la serietà che questo evento necessitava da parte di tutti. Sin da subito è stata inquadrata la situazione nella sua tragicità. Il resto si scriverà nei prossimi giorni. Adesso tutti dobbiamo lavorare per intervenire in sostegno delle famiglie distrutte da questa disgrazia e per chi ha perso tutto".

Il prefetto ha spiegato che proprio ieri ha avuto una telefonata con il presidente Nello Musumeci durante la quale si è ribadita la necessità di aiutare Ravanusa. "Questa comunità va sostenuta, non può essere lasciata sola", ha detto la rappresentante del Governo, che ha speso alcune parole commosse anche per la giovanissima mamma morta sotto le macerie. "Abbiamo sperato fino all'ultimo momento per questa ragazza che è diventata la figlia di tutti".

Ore 12.48. Localizzata l'area dove si trovano gli altri due dispersi. A confermarlo è il comandante provinciale dei Vigili del fuoco di Agrigento. Si tratta del padre di 70 anni e del figlio di 30 che era andato a trovarlo. Le sirene dei vigili del fuoco hanno dato l'allarme e le ruspe si sono fermate. "Stiamo puntando su questa zona per recuperare gli ultimi due dispersi - spiega Merendino -. Questa mattina abbiamo tratto dalle macerie altri quattro corpi tra cui quello della giovane in gravidanza, che fino all'ultimo abbiamo sperato potesse essere viva. Le due donne sopravvissute - continua il comandante - sono state protette da una bolla d'aria creatasi tra due piani".

Sono iniziate, invece, le operazioni di trasporto delle salme della tragedia di Ravanusa. I corpi degli attuali 7 deceduti, tra cui una donna incinta al nono mese di gravidanza, saranno portati negli obitori degli ospedali di Agrigento, Canicattì e Licata. Le salme sono al momento sotto sequestro, in attesa di essere sottoposte ad autopsia.

Ore 10.31. Nel cratere di via Trilussa si continua a lavorare senza sosta per individuare i resti degli ultimi due dispersi, con la speranza - sempre più flebile - che possano essere ancora in vita.

Ore 9.54. E' stata identificata l'identità delle quattro vittime della tragedia di Ravanusa estratte questa mattina all'alba dalle maceire delle palazzine spazzate via dalla terribile esplosione di sabato sera. Come inizialmente trapelato, si tratta dei corpi senza vita di Selene Pagliarello, Giuseppe Carmina e dei genitori di lui.

Ore 9. Le ricerche degli altri due dispersi si concentreranno su una zona distante alcune decine di metri rispetto a quella del ritrovamento delle quattro precedenti vittime. A Ravanusa, in mattinata, è attesa la visita del prefetto Maria Rita Cocciufa.

Dopo la tragedia di via Trilussa c'è paura tra i residenti: "Un anno fa un'altra fuga di gas"

Ore 8,20. C'è anche il corpo di Selene Pagliarello, l'infermiera 30enne al nono mese di gravidanza, e del marito Giuseppe Carmina, tra i quattro corpi senza vita estratti questa mattina dalle macerie a Ravanusa. I due corpi erano al terzo piano del palazzo crollato in via Trilussa dopo l'esplosione. Trovato anche il corpo del suocero della donna, Angelo Carmina.

La conferma arriva da fonti dei carabinieri che, tuttavia, precisano che non c'è stato un riconoscimento formale ma che la zona è quella dove abitavano i genitori di Giuseppe Carmina che la coppia era andata a trovare.

La tragedia di Ravanusa, secondo giorno di ricerche e operazioni di trasferimento delle salme

Aggiornato alle 17.1 5

Allegati

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di Ravanusa, individuata l'auto dei due dispersi: è nel garage con i fari ancora accesi/DIRETTA

AgrigentoNotizie è in caricamento