menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crisi del settore turistico, necessario un tavolo tecnico

L'iniziativa è emersa all'incontro che ha visto la partecipazione degli esponenti...

La necessità di istituire un tavolo tecnico per affrontare la crisi del settore turistico, è emersa nel corso di in un incontro in un noto albergo cittadino su proposta dell’assessore provinciale al Turismo Angelo Biondi, che ha incontrato il sindaco di Agrigento Marco Zambuto, il presidente della sezione albergatori di Confindustria Agrigento Nicola Albano, il presidente di Federalberghi provinciale Francesco Picarella, il presidente del consorzio turistico Valle dei Templi Gaetano Pendolino, il direttore del settore attività produttive, turismo e trasporti della provincia Achille Contino, il direttore di Confindustria Agrigento Giacomo Minio ed alcuni imprenditori del settore ricettivo fra i quali Stefano D’Alessandro, Fabrizio La Gaipa, Paolo Pullara e Giovanni Sciacca. Nei prossimi giorni verranno definiti modi e tempi per istituire il tavolo tecnico.
 
L’assessore Angelo Biondi ha espresso la piena disponibilità dell’assessorato a intervenire sulla situazione delle imprese ricettive, pur nei limiti finanziari dell’amministrazione provinciale. Tra gli intervenuti all’incontro Nicola Albano ha rappresentato lo stato di crisi del settore che in questi ultimi anni ha visto gravemente peggiorata la competitività delle aziende alberghiere agrigentine. La crisi del settore, per Albano, ha infatti indotto le direzioni aziendali a rivedere le tariffe applicate per evitare pericolose riduzioni dell’occupazione delle camere. Ciò ha comunque comportato una caduta verticale della redditività delle aziende e una drastica riduzione dei posti di lavoro che in più casi sono stati dimezzati. In tale contesto è aumentato il numero di alberghi che effettua chiusure stagionali e, in alcuni casi, le imprese vengono poste in vendita sul mercato.

Gaetano Pendolino ha posto, invece, una serie di questioni inerenti l’organizzazione turistica che risulta carente ad affrontare la crisi, la mancanza di coordinamento tra gli operatori e ha posto le questioni inerenti gli oneri idrici e di smaltimento rifiuti che incidono eccessivamente sui bilanci delle imprese ricettive. Il Sindaco Marco Zambuto, dopo una chiara manifestazione di solidarietà, si è reso immediatamente disponibile a convocare una conferenza di servizi per affrontare le problematiche di competenza comunale. Francesco Picarella, presidente di Federalberghi, ha inoltre fatto presente la necessità di proseguire un confronto continuo fra gli operatori del settore per realizzare progetti comuni di promozione, mettendo da parte qualsiasi posizione di concorrenza o di appartenenza ad associazioni di categoria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento