menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caso Cmc, le imprese creditrici: "L'Anas faccia il suo dovere, completiamo i cantieri"

Le società che attendono di riscuotere i soldi dal colosso ravennate: "Subito interventi per concludere le opere"

Le settanta imprese siciliane creditrici della Cmc, la cui crisi sta mettendo a rischio, fra le altre cose, la conclusione dei cantieri del raddoppio della statale Agrigento - Caltanissetta e dell'ammodernamento del tratto palermitano della 189, lanciano un appello e sollecitano un intervento dell'Anas. 

“Noi imprese siciliane creditrici della Cmc, già fortemente danneggiate dalla crisi finanziaria che ha colpito il Gruppo ravennate, rischiamo anche - scrivono in una nota - di vederci preclusa la permanenza in questi appalti. Invece dobbiamo potere proseguire i lavori in Sicilia. Ci sono i termini tecnico-legali perché la committente Anas si sostituisca a Cmc, ci paghi i 50 milioni di euro dovutici per le opere che abbiamo già eseguito in questi ultimi 18 mesi e riavvii i cantieri coinvolgendoci direttamente nel completamento rapido della Palermo-Agrigento, della Agrigento-Caltanissetta e della metropolitana di Catania, senza interruzioni che comporterebbero un notevole allungamento dei tempi”.

Caso Cmc, Savarino: "L'Anas diffidi la Cmc"

E’ la posizione tecnico-legale esposta in commissione Ambiente dell’Ars, presieduta da Giusy Savarino, dai rappresentanti del Comitato delle oltre 70 imprese creditrici della Cmc e dal loro legale, l’avvocato Patrizia Stallone, ai vertici regionali dell’Anas, al dirigente generale del dipartimento regionale Infrastrutture, Fulvio Bellomo, ai sindaci dei Comuni interessati dalla vertenza e ai sindacati.

“La procedura di diffida avviata dall’Anas nei confronti di Cmc – hanno spiegato i rappresentanti del Comitato – prelude ovviamente alla successiva rescissione dei contratti, e ciò comporterebbe il riavvio dell’iter di aggiudicazione dell’appalto ad altre imprese, lasciando noi creditori col cerino in mano, senza soldi e fuori da ogni possibilità di conferma degli incarichi di affidamento".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Gioca 10 euro e ne vince 2milioni: caccia al fortunato di Cattolica Eraclea

  • Cronaca

    Un agrigentino a "Uomini e donne", Gero Natale debutta su Canale 5

  • Sport

    L'ex "portierone" Daniele Indelicato vola a Dubai: affiancherà Sosa

Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento