Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Sagra 2012, c'è ancora chi aspetta di essere pagato: «Pronti ad occupare il teatro»

Dopo essersi visti sui giornali, perché inizialmente indagati nell'ambito dell'inchiesta, ancora oggi nessuno ha ricevuto il pagamento di quanto dovuto. Lo sfogo di Mario Pardo

Un gruppo folcloristico si esibisce dinnanzi il Palazzo di città

Se si dovesse usare uno dei tanti detti siciliani, quello perfetto per questa vicenda sarebbe "Curnuti e vastuniati", che in italiano potrebbe trovare il corrispettivo in "Oltre il danno, la beffa". Sì, perché le persone che hanno prestato servizi per conto della Fondazione "Pirandello" in occasione della Sagra del Mandorlo in fiore 2012, oltre ad essere stati coinvolti nel ciclone dell'inchiesta della Procura (tutti indagati, poi soltanto uno - insieme al sindaco - rinviato a giudizio), non hanno mai ricevuto i soldi per il lavoro svolto.

Tra questi c'è Mario Pardo, che - come accertato anche dalle indagini della Guardia di finanza - ha gestito il coordinamento generale di tutte le manifestazioni della Sagra 2012. Fin qui nulla di strano, considerato anche il fatto che per Pardo non è stato neanche chiesto il giudizio da parte della Procura (accertando così la sua estraneità alle ipotesi di reato avanzate dai magistrati). Ma dopo essersi visto sui giornali perché inizialmente indagato nell'ambito dell'inchiesta, ancora oggi Pardo - così come gli altri soggetti - non ha ricevuto il pagamento di quanto dovuto.

«Ho emesso regolare fattura di 3.630 euro - spiega - ed ancora non ho ricevuto un centesimo. E pensare che nel frattempo è stata organizzata un'altra Sagra e, probabilmente, a breve se ne organizzerà un'altra. Dopo il mortificante coinvolgimento in una vicenda giudiziaria dove noi non c'entravamo niente, dobbiamo anche subire ritardi assurdi per i pagamenti. Tutto questo è assurdo».

Ma i creditori della Sagra 2012 non intendono restare con le mani in mano e passano "all'attacco": «Se non riceveremo i soldi entro i primi di gennaio - spiega Pardo - saremo pronti ad occupare il teatro "Pirandello"». La provocazione arriva nello stesso giorno in cui il sindaco ha presentato la nuova stagione teatrale per l'anno 2014, dicendo inoltre che «per il momento la Fondazione è congelata». Cosa vorrà dire, non si sa. Ma intanto c'è chi aspetta il pagamento per il lavoro svolto quasi due anni fa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sagra 2012, c'è ancora chi aspetta di essere pagato: «Pronti ad occupare il teatro»

AgrigentoNotizie è in caricamento