Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

L'inchiesta sul crac Pelonero, fissate tutte le udienze al riesame: slitta l'ultimo interrogatorio

L'indagine sulla bancarotta del gruppo di negozi passerà al vaglio del tribunale della libertà

L'ultimo interrogatorio di garanzia slitta ancora per ragioni di salute: nel frattempo ieri è stata fissata pure l'udienza per la commercialista Graziella Falzone, 53 anni, definita la "mente dell'organizzazione" dagli inquirenti: il ricorso dei difensori - gli avvocati Salvatore Falzone e Santo Lucia - sarà discusso martedì al riesame.

L'inchiesta "Malebranche", sul crac del gruppo Pelonero, approda al tribunale della libertà. Fra lunedì e martedì toccherà ai nove componenti della famiglia Sferrazza. Nei giorni successivi i giudici decideranno se confermare o meno le ordinanze restrittive. I difensori hanno presentato il ricorso chiedendo l'annullamento dell'ordinanza, emessa dal gip Luisa Turco su richiesta del pm Alessandra Russo, che ha disposto gli arresti domiciliari per i componenti della famiglia Sferrazza, accusati di avere fatto sparire cinque milioni di euro da un'impresa all'altra attraverso dei fallimenti pilotati, e la professionista che avrebbe gestito gli aspetti tecnici.

Nell'operazione, all'alba del 30 luglio, sono finiti ai domiciliari Gaetano Sferrazza, 78 anni; i figli Gioachino, 54 anni con la moglie Maria Teresa Cani, 54 anni e i figli Gaetano e Fabiana, 29 e 26 anni; Diego, 51 anni con la moglie Giovanna Lalicata, 51 anni e i figli Clelia e Gaetano, 23 e 28 anni e la commercialista Graziella Falzone, 53 anni.

Gli Sferrazza, assistiti dai difensori, gli avvocati Daniela Posante, Giovanni Castronovo, Chiara Proietto, Antonella Arcieri e Giacinto Paci, si erano tutti avvalsi della facoltà di non rispondere. Ieri, invece, è stato rinviato l'interrogatorio di garanzia di Assuntina Lupo, 55 anni, destinataria di un provvedimento che le impone l'obbligo di dimora nel comune di residenza, accusata di avere avallato alcune operazioni finalizzate a fare sparire risorse da un'impresa. Il suo legale Francesco Turoni ha chiesto un differimento per ragioni di salute dell’indagata. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'inchiesta sul crac Pelonero, fissate tutte le udienze al riesame: slitta l'ultimo interrogatorio

AgrigentoNotizie è in caricamento