Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

In zona gialla dopo Ferragosto? Mascherine all'aperto e nuovi limiti: ecco cosa cambia

Già nella giornata di venerdì potrebbero essere decise le ordinanze che prevedono il cambio di colore da parte del ministro della Salute Roberto Speranza. L'isola è tra le regioni messe peggio insieme alla Sardegna. Il trend dei contagi e dei ricoveri si avvicina infatti ai limiti imposti con i nuovi parametri

Dopo neanche due mesi in zona bianca la Sicilia si prepara a festeggiare il Ferragosto con il timore di tornare in zona gialla già da lunedì 16, con una nuova ordinanza "cambia colori" che nella giornata di venerdì potrebbe determinare nuove restrizioni: all'aumento dei contagi legati alla trasmissione del contagio della variante delta del coronavirus sta infatti seguendo un seppur lento incremento della pressione ospedaliera.

Se infatti resta al 5% a livello nazionale il tasso di occupazione dei posti letto da parte di pazienti Covid-19 nei reparti di area non critica degli ospedali, sono 7 le regioni che vedono un aumento di un indice che in Sicilia è arrivato al 14 per cento, sfiorando la soglia del 15 per cento indicata come uno dei parametri oltre cui scattano le nuove restrizioni con l'ordinanza "cambia colore".

Quanto alle terapie intensive, il bollettino di ieri ha registrato il più alto numero di nuovi ingressi da mesi (39 per la precisione), mentre il tasso di occupazione dei posti letto, dopo settimane di stabilità, segna +1 per cento raggiungendo quota 4 per cento.

Altro parametro da tenere in considerazione è l'aumento dell'incidenza, ovvero quanti nuovi casi Covid vengono individuati nella popolazione: le nuove norme per il cambio di colore prevedono si passi in giallo quando - con un'incidenza superiore a 50 casi settimanali per centomila abitanti - le terapie intensive risultano occupate al 10 per cento o i reparti ordinari al 15 per cento. Per restare in zona bianca questi parametri non devono essere superati. Ad oggi l'unica regione che ha superato 2 di questi parametri su 3 è la Sardegna. Ma la Sicilia è a un passo dalla medesima condizione.

L'incidenza dei nuovi casi Covid

Questa, nel dettaglio, la situazione in ordine crescente dell'incidenza nelle regioni:

Molise 19,20;
Alto Adige 29,85;
Piemonte 32,59;
Trentino 35,39;
Puglia 39,64;
Lombardia 45,55;
Abruzzo 47,61;
Friuli Venezia Giulia 51,65;
Campania 56,48;
Basilicata 56,76
Calabria 57,12;
Liguria 58,10;
Lazio 64,70;
Valle d'Aosta 65,58;
Marche 78,47;
Emilia Romagna 93,01;
Veneto 94,75;
Umbria 94,81;
Sicilia 104,55;
Toscana 119,73;
Sardegna 142,03

I ricoveri in terapia intensiva

Questo il tasso di occupazione, sempre in ordine crescente, dei posti letto in terapia intensiva dedicati ai pazienti Covid:

Valle d'Aosta 0%
Trentino 0%
Piemonte 1%
Friuli Venezia Giulia 1%
Umbria 1%
Abruzzo 1%
Basilicata 1%
Alto Adige 2%
Veneto 2%
Calabria 2%
Lombardia 3%
Marche 3%
Campania 3%
Molise 3%
Puglia 3%
Emilia Romagna 4% 
Toscana 5%
Lazio 7%
Liguria 7%
Sicilia 7%
Sardegna 11%

I ricoveri in ospedale

Il tasso di occupazione dei posti letto nei reparti di malattie infettive, medicina interna e pneumologia da parte di pazienti Covid, rispetto al totale, in ordine crescente:

Piemonte 2%
Alto Adige 2%
Veneto  2%
Friuli Venezia Giulia 2%
Molise 2%
Trentino 3%
Liguria 3%
?Puglia 3%
Valle d'Aosta 4%
Lombardia 4%
Umbria 4%
Abruzzo 4%
Emilia Romagna 5%
Marche 5%
Toscana 5%
Lazio 7%
Campania 7%
Basilicata 7%
Sardegna 7%
Calabria 11%
Sicilia 13%

Cosa succede con i cambi colore

Con il nuovo scenario i turisti che hanno scelto la Sicilia come meta delle vacanze devono preoccuparsi? In realtà con il nuovo decreto covid le differenze tra zona bianca e zona gialla sono alquanto limitati. Non è infatti prevista la reintroduzione del coprifuoco, né limitazioni agli spostamenti all'interno delle Regioni o tra le Regioni: limiti che ritorneranno solo in caso di passaggio a zona arancione o rossa.

Riitorna invece l'obbligo di indossare la mascherina anche all'aperto. I ristoranti rimangono in funzione senza limiti di orario ma niente più tavolate chilometriche: se in zona bianca l'unica limitazione è il vincolo delle 6 persone al chiuso, in zona gialla ci si può sedere al tavolo massimo in 4, indipendentemente che ci si trovi all'aperto o al chiuso.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In zona gialla dopo Ferragosto? Mascherine all'aperto e nuovi limiti: ecco cosa cambia

AgrigentoNotizie è in caricamento