rotate-mobile
Cronaca Aragona

Covid, anche Aragona entra in zona arancione fino al 2 febbraio: proroga per Canicattì e Palma

L'ordinanza è stata firmata dal presidente della Regione Nello Musumeci per contenere i contagi da Coronavirus. La nuova misura riguarda 11 Comuni siciliani mentre il prolungamento del periodo di restrizioni si riferisce a 19 centri dell'isola

Anche Aragona entra in zona arancione. Lo ha deciso il presidente della Regione, Nello Musumeci, con un'apposita ordinanza che prevede un periodo di maggiori restrizioni per contenere i contagi da Coronavirus, a partire da domani, venerdì 21 gennaio, fino al 2 febbraio compreso.

Aragona figura nell'elenco composto da 11 Comuni siciliani per i quali è stato disposto l'ingresso in zona arancione. Si tratta di Acate, Chiaramonte Gulfi, Comiso, Ispica, Modica, Pozzallo, Ragusa, Santa Croce Camerina, Scicli e Vittoria, tutti in provincia di Ragusa. A questi si aggiunge, appunto, Aragona.

Sempre Musumeci ha inoltre deciso la proroga della zona arancione fino mercoledì 26 gennaio per Canicattì e Palma di Montechiaro. Stessa sorte per Caltanissetta e Gela e poi per Solarino, Augusta, Canicattini Bagni, Avola, Priolo Gargallo, Carlentini, Noto, Francofonte, Palazzolo Acreide, Rosolini, Lentini, Melilli, Siracusa, Pachino, Floridia e Sortino, tutti in provincia di Siracusa.

Scende così a 125 il numero dei Comuni siciliani per i quali è attualmente in vigore la zona aranzione.

Per tutte le informazioni in merito alle misure previste è possibile consultare le faq diffuse dal Ministero della Salute.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, anche Aragona entra in zona arancione fino al 2 febbraio: proroga per Canicattì e Palma

AgrigentoNotizie è in caricamento