Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Coronavirus e terza dose di vaccino, Pfizer: "Aumento notevole della efficacia"

Una dose di richiamo somministrata almeno 6 mesi dopo la seconda dose avrebbe innescato una risposta anticorpale cinque volte superiore nelle persone più giovani e più di 11 volte superiore nelle persone anziane rispetto a due dosi

L'azienda farmaceutica Pfizer ha dichiarato che una terza dose del suo vaccino fornisce un'ulteriore protezione contro la variante delta del Covid-19, la più infettiva rilevata ad oggi e che sta guidando la nuova ondata di ricoveri e decessi.  Il produttore di farmaci, presentando gli utili del secondo trimestre, ha dichiarato che una dose di richiamo somministrata almeno 6 mesi dopo la seconda dose ha un profilo di tollerabilità coerente, suscitando una alta produzione di anticorpi neutralizzanti contro la variante delta, cinque volte superiori nelle persone più giovani e più di 11 volte superiori nelle persone anziane rispetto a due dosi. La società prevede di pubblicare dati più definitivi sull'analisi nell'ambito delle discussioni in corso con FDA, EMA e altre autorità di regolamentazione nelle prossime settimane.

Pfizer non ha fornito ulteriori dettagli sullo studio di fase tre iniziato a luglio arruolando 10mila partecipanti. Le azioni di Pfizer, che sul mercato, in questo momento, sono scambiate a +0,78% sono aumentate del 14,3% quest'anno. L'azienda farmaceutica Usa prevede di vendere quest'anno vaccini anti-Covid per un valore di 33,5 miliardi di dollari, grazie a ordini per 2,1 miliardi di dosi in tutto il mondo. Una cifra molto più alta dei 26 miliardi di dollari su cui il gruppo ha dichiarato di puntare a maggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus e terza dose di vaccino, Pfizer: "Aumento notevole della efficacia"

AgrigentoNotizie è in caricamento