rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Il punto della situazione

Il Covid inizia a rallentare, in Sicilia contagi in calo nell'ultima settimana: quasi 19 mila quarte dosi

Questo quanto emerge dal bollettino del Dasoe relativo agli ultimi 7 giorni. Dall’11 al 17 luglio l'incidenza dei positivi è del 12% in meno rispetto al periodo precedente. In lieve diminuzione anche le persone in ospedale (poco più di mille in tutto)

Il Covid inizia a rallentare in Sicilia. Nella settimana dall’11 al 17 luglio - secondo il bollettino del Dasoe, il dipartimento regionale delle attività sanitarie - si registra un lieve decremento dei contagi. L’incidenza di nuovi positivi infatti è pari a 55615 (-12%), con un valore cumulativo di 1.158/100.000 abitanti. Il tasso di nuovi casi più elevato rispetto alla media regionale si è registrato nelle province di Messina (1.439/100.000 abitanti), Siracusa (1.384/100.000) e Agrigento (1.346/100.000). Le fasce d’età maggiormente a rischio risultano quelle tra i 60 e i 79 anni (1.431/100.000), tra gli 80 e gli 89 anni (1.230/100.000) e tra i 45 e i 59 anni (1.226/100.000). Oggi in Sicilia si sono registrati 6.236 casi e 26 morti.

Anche le nuove ospedalizzazioni sono in lieve diminuzione e più della metà dei pazienti in ospedale nella settimana di riferimento risultano non vaccinati. Ad oggi negli ospedali dell'Isola ci sono 980 persone ricoverate nei reparti ordinari e 47 in terapia intensiva.

Nuove regole in arrivo: cosa cambia per chi risulta positivo al tampone

Per quanto riguarda i dati relativi alla campagna vaccinale si fa riferimento alla settimana dal 13 al 19 luglio. Nella fascia d’età 5-11 anni, i vaccinati con almeno una dose si attestano al 27,05% del target regionale. Hanno completato il ciclo primario 71.698 bambini, pari al 23,26%. Gli over 12 anni vaccinati con almeno una dose si attestano al 90,64% del target regionale, mentre la percentuale di chi ha completato il ciclo primario si attesta all’89,33%.

Sono 1.057.050 i cittadini che, maturato il diritto a ricevere la terza dose, non l’hanno ancora effettuata. Nello specifico, i vaccinati con dose aggiuntiva/booster sono 2.750.118 pari  al 72,24% degli aventi diritto. Dal primo marzo invece è iniziata la somministrazione della quarta dose agli over 12 con marcata compromissione della risposta immunitaria e che hanno già completato il ciclo vaccinale primario con tre dosi da almeno 120 giorni. Dal 12 aprile la somministrazione è stata estesa agli over 80.

Il bollettino 42 del 20 Luglio 2022

Dal 13 luglio è stata avviata la vaccinazione con quarta dose per tutti gli over 60 e alle persone over 12 anni con elevata fragilità, purché sia trascorso un intervallo minimo di almeno 120 giorni dalla terza dose o dall’ultima infezione successiva al richiamo (data del test diagnostico positivo). Dal primo marzo sono state effettuate complessivamente 61.967 somministrazioni di quarta dose di cui 35.654 a soggetti over 80.

Dal 6 al 12 luglio sono state somministrate 6.245 quarte dosi  con una media giornaliera del periodo di 892 somministrazioni. Nella settimana 13-19 luglio invece, con l’apertura alla fascia over 60, sono state somministrate 18.709 quarte dosi, con  una media giornaliera di 2.672 somministrazioni. Rispetto alla settimana precedente, l’apertura della vaccinazione in quarta dose alla fascia over 60 ha determinato un aumento delle somministrazioni in quarta dose del 200%.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Covid inizia a rallentare, in Sicilia contagi in calo nell'ultima settimana: quasi 19 mila quarte dosi

AgrigentoNotizie è in caricamento