“Covid-screening” a studenti, docenti e familiari: scoperti 63 positivi in due giorni

Nel capoluogo solo oggi 4 test rapidi hanno confermato il contagio, uno a Licata, allarmante invece il dato di Sciacca: sul campione di 310 cittadini 49 i tamponi risultati positivi

I tamponi effettuati nel piazzale dell'istituto Foderà

Sono ben 63 i casi di Covid-19 accertati in un week end di “Covid-screening” sulla popolazione scolastica di Agrigento, Sciacca e Licata: realtà  con più di trentamila abitanti. 

Millecentoventisei i test rapidi eseguiti nel corso della seconda giornata di monitoraggio. Ad Agrigento, su 735 tamponi, 4 sono risultati positivi mentre a Licata, dove lo screening si è svolto oggi unicamente nelle ore antimeridiane, su 81 test solo 1 ha dato esito positivo. Meno confortanti i rilievi eseguiti a Sciacca dove sul campione di 310 soggetti 49 tamponi sono risultati positivi.  Il dato complessivo della “due giorni” di test è dunque di totale di 63 casi accertati su 2041 test eseguiti (6 ad Agrigento, 54 a Sciacca, 3 a Licata). 

"Covid-screening" di massa: nove studenti sono risultati positivi“

"Il Covid-screening - destinato agli studenti, ai loro familiari e ovviamente al personale docente e non docente degli istituti scolastici - rappresenta il primo di una serie di interventi programmati dalla Regione Siciliana che coinvolgeranno via via fasce crescenti della popolazione scolastica provinciale. Oltre ai Comuni già monitorati - hanno reso noto dall'Asp - saranno effettuate operazioni di test massivo anche in altri centri con più di trentamila abitanti dove le amministrazioni comunali, a partire da Canicattì, individueranno sedi idonee. L’attività di questi due giorni si somma al lavoro encomiabile svolto, in particolare in quest’ultimo periodo di pandemia, dal dipartimento di Prevenzione dell'Asp oberato non solo dalle corpose prestazioni quotidiane: test molecolari, rapidi e sierologici ma anche da altre numerose incombenze: dalle trasmissioni di flussi all’Iss e all’assessorato regionale alla Salute, alle notifiche ai sindaci, trasmesse con la massima celerità, e a varie altre linee di attività per le quali gli uffici meritano un in negabile ed indiscusso apprezzamento anche con riferimento ad altre realtà dell’isola".

Screening di massa a scuola: Carisi (Asp): "Dobbiamo convivere con il coronavirus ma essere ottimisti"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento