menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ospedale di Sciacca

L'ospedale di Sciacca

Ospedale "Giovanni Paolo II", in dieci risultano positivi al "Covid-19"

Sono una settantina i medici, infermieri e pazienti che erano stati sottoposti a controlli dopo che era stato individuato un caso nella struttura

Una decina di tamponi tra quelli operati nei confronti di soggetti che si ritiene siano entrati in contatto con il medico dell'ospedale "Giovanni Paolo II" di Sciacca oggi ricoverato a Caltanissetta per "Covid 19" risultano aver dato un primo riscontro positivo.

I controlli sono stati disposti nei confronti di medici e infermieri che lavorano nel reparto di Medicina del nosocomio saccense, oltre che nei confronti di alcuni pazienti e familiari della donna, le cui condizioni sarebbero comunque buone. Ad oggi positivi sarebbero 4 pazienti, 4 familiari, un infermiere ed un ausiliario. Tutti sono stati posti in quarantena, in attesa comunque di un secondo tampone che sarà realizzato tra alcuni giorni.

"Dobbiamo provare a stare a casa il più possibile ed evitare rischi - ha detto in un video il sindaco Francesca Valenti".

C'è un primo caso di Covid-19, è un medico saccense

Tutti gli altri tamponi che si sarebbero già rivelati negativi, per quanto è possibile che si possano ritenere necessari nuovi controlli successivi. Intanto il sindaco Francesca Valenti ha chiesto il potenziamento del personale dell'ospedale di Sciacca e dei posti letto in terapina intensiva, che in questo momento solo solo 8.

Positivo anche l'ex questore Auriemma: le sue condizioni però sono buone

L'Asp, dal canto suo, ha già avviato queste procedure e ha anche provveduto a reclutare nuovi infermieri da destinare alle srutture di "pre-triage" di tutta la provincia. 

Il quadro a livello regionale

Dall'inizio dei controlli, i laboratori regionali di riferimento (Policlinici di Palermo e Catania) hanno effettuato 791 tamponi, di cui 729 negativi e 9 in attesa dei risultati. Al momento, quindi, sono stati trasmessi all'Istituto superiore di sanità 53 campioni, di cui sette già validati da Roma (tre a Palermo e quattro a Catania). Alla Regione risultano ricoverati 18 pazienti (sei a Palermo, cinque a Catania, due a Messina, uno a Caltanissetta, tre ad Agrigento e uno a Enna) di cui nessuno in regime di terapia intensiva, mentre 35 sono in isolamento domiciliare. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento