rotate-mobile
Cronaca

In Sicilia altri 559 casi Covid (54 in provincia), Razza: "Aumentano contagi ma non le ospedalizzazioni"

Sull'Isola la situazione degli ospedali resta sotto controllo: 331 i ricoveri ordinari, 44 le terapie intensive. Il tasso di positività è del 3,8%. Sei i decessi, 192 i guariti. Sempre Catania la provincia con più casi: 154

Calano i numeri di contagi nelle ultime 24 ore in Sicilia (559) ma a fronte di meno tamponi (14.736) rispetto alla media, per cui il tasso di positività arriva al 3,8% (ieri era del 3,1). Nonostante ciò la situazione negli ospedali resta sotto controllo: nei reparti ordinari ci sono 321 persone malate col Covid (+7), mentre in terapia - dove si registrano appena due nuovi ingressi - ci sono 44 pazienti (-1). Sei i decessi: 4 relativi a ieri e due a sabato. 

I guariti sono 192, mentre gli attuali positivi superano diventano 12.208 (+361). Catania resta la provincia più colpita (154), poi Palermo (102), Messina (94), Siracusa (83), Trapani (39), Ragusa (11), Caltanissetta (16), Agrigento (54) ed Enna (6).

Razza: "Aumentano contagi ma non le ospedalizzazioni"

"L'incremento dei casi dei Covid in Sicilia per fortuna non corrisponde ad un progressivo incremento delle ospedalizzazioni ed è il segnale migliore a chi pensa che il vaccino non sia una cosa utile perche' il vaccino invece ci ha consentito, e lo dicono i numeri, di abbassare i maniera fortissima il numero delle ospedalizzazioni". Lo ha detto a Catania l'assessore regionale alla Salute Ruggero Razza, a margine della presentazione del programma delle iniziative di educazione alla salute organizzate dalla Regione in occasione della "Giornata mondiale contro l'Aids" del primo dicembre.

"Il mio appello - ha aggiunto Razza - continua ad essere quello alla terza dovesse per chi vi ha diritto trascorsi cinque mesi dalla seconda - ed in Sicilia assistiamo ad una crescita progressiva delle terze dosi - ma soprattutto alla prima dose per chi ancora non l'ha fatta. Io non so se il super Green pass e tutti questi espedienti saranno utili a fare crescere le prima vaccinazioni - ha osservato l'assessore - ma è importante che i cittadini se se convincano e che si diffonda una informazione corretta. Basterebbe andare su Internet e vedere quanti erano i ricoveri in terapia intensiva un anno fa e scoprire che il vaccino è stato non solo una scoperta della Scienza ma anche l'occasione per tornare alla vita".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Sicilia altri 559 casi Covid (54 in provincia), Razza: "Aumentano contagi ma non le ospedalizzazioni"

AgrigentoNotizie è in caricamento