menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cocktail dopo le ore 18 e partita a carte gomito a gomito: chiusi bar e circolo ricreativo

La Guardia di finanza, durante i controlli per garantire le prescrizioni anti-contagio da Covid, ha elevato anche complessive 13 sanzioni da 400 euro ciascuna

Mentre il numero dei contagi da Covid-19 mantiene il suo allarmante trend, controlli e verifiche - da parte delle forze dell'ordine - si susseguono. Soprattutto, ma non soltanto, in occasione del week end. A Favara, nelle ultime ore, la Guardia di finanza ha chiuso, rispettivamente per cinque giorni, un bar e un circolo ricreativo ed ha elevato, complessivamente 13 sanzioni da 400 euro ciascuna.

L’attenzione degli uomini delle Fiamme gialle, durante quella che è stata appunto una raffica di monitoraggi e verifiche, s’è, ad un certo punto, concentrata su un circolo ricreativo del centro urbano di Favara. Un circolo dal quale i finanzieri hanno registrato, prima di far scattare il controllo, un vero e proprio via vai. All’arrivo dei militari, dalla struttura s’è registrato una sorta di fuggi, fuggi: più persone, giovani soprattutto, si sono allontanati in fretta e in furia. All’interno, in un’area un po’ più riservata, i finanzieri hanno trovato 8 persone, tutte sedute attorno ad un tavolo, che giocavano – naturalmente senza alcuna distanza interpersonale – a carte. Tutti sono stati sanzionati, così come anche il titolare del circolo ricreativo, al quale è stata imposta la chiusura per 5 giorni. Stesso provvedimento adottato per un bar del centro, sempre a Favara, dove la Guardia di finanza ha trovato – dopo le ore 18 – che venivano ancora serviti al banco cocktail e aperitivi. Per i tre clienti, così come per il titolare, sono scattate le sanzioni da 400 euro a testa.

Ieri mattina, gli agenti della sezione Volanti della Questura si sono occupati dei servizi anti-assembramento su San Leone. Si temeva, specie dopo mezzogiorno, che in tanti, come da “tradizione, si riversassero fra il porticciolo e piazzale Giglia. In realtà però, seppur tanti agrigentini erano a spasso, non si sono registrati casi di assembramento. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento