Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Caltabellotta

Anche Caltabellotta verso la zona rossa? Sindaco vieta gli assembramenti

Cattaneo: "Di concerto con l’Asp saranno prese le decisioni più opportune già nelle prossime ore"

Anche nella piccola Caltabellotta, così come in molti altri Comuni dell'Agrigentino, la situazione rischia di sfuggire di mano. Il sindaco Calogero Cattaneo ha firmato un'ordinanza per evitare gli assembramenti che, purtroppo, giornalmente si ripetono. "Il comportamento, accentuatosi negli ultimi giorni, risulta totalmente incomprensibile al cospetto di un’evidente escalation di contagi in provincia ma anche a Caltabellotta - ha spiegato Cattaneo - . La situazione è particolarmente grave ed è evidente che la nostra comunità sta attraversando la fase più difficile dall'inizio della pandemia. La provincia di Agrigento è uno dei territori più colpiti di questa terza ondata, i numeri sono in continua crescita. Caltabellotta non viene risparmiata dal virus e i dati ufficiali non registrano al momento un incremento preoccupante, ma se fino a lunedì i casi riguardavano un unico focolaio ristretto, i nuovi casi potrebbero interessare altri nuclei familiari, apparentemente scollegati rispetto ai precedenti casi. Siamo inoltre ufficiosamente a conoscenza - ha detto con chiarezza il primo cittadino di Caltabellotta - di altri casi positivi in attesa di conferma ufficiale da parte dell'Asp, che non possiamo conteggiare nei bollettini, e se fino a questo momento siamo stati graziati dai grandi numeri, oggi con l’aggravante della variante inglese, presente sul territorio provinciale, la situazione potrebbe peggiorare nell’arco di pochissimi giorni, a causa di una trasmissibilità maggiore. Assistiamo giornalmente ad atteggiamenti irresponsabili da parte di tanti concittadini che da un lato non rispettano le misure di sicurezza e dall’altro lamentano la mancanza dei controlli e chiedendo allo stesso tempo la zona rossa. Abbiamo visto come nei comuni limitrofi la zona rossa sia servita a poco se questa non viene accompagnata dalle azioni e da comportamenti rispettosi delle prescrizioni vigenti. Di concerto con l’Asp saranno prese le decisioni più opportune già nelle prossime ore".

Feste e riunioni "segrete" nelle case: contagi Covid e ricoveri in aumento, il prefetto: "Dati allarmanti"

"È evidente che per alcuni, i messaggi e gli avvertimenti non sono bastati e quindi si utilizzerà il pugno duro. Molti giovani che assembrati, non rispettano la distanza e con un uso blando della mascherina, non hanno preso coscienza del pericolo, ma non possiamo addossare tutta la colpa a loro perché gli atteggiamenti scorretti sono propri anche della popolazione adulta - ha aggiunto il sindaco di Caltabellotta - . Fino a quando non capiremo che occorre uscire di casa non per cose futili, ma solo per stretta necessità, che occorre eliminare le visite a casa, i pranzi e le cene, gli assembramenti per strada e davanti i locali commerciali, non usciremo da questa situazione".

L’ordinanza firmata dal sindaco di Caltabellotta dispone, a partire da oggi, "il divieto di ogni forma di stazionamento nelle strade e/o piazze per evitare ogni forma di assembramento nelle aree pubbliche o nelle vicinanze degli esercizi commerciali, uffici o altri luoghi; il divieto di consumazione di alimenti e bevande all’aperto nei luoghi pubblici o aperti al pubblico nell’arco dell’intera giornata". E' stato fatto "obbligo ai proprietari e/o gestori di bar, pasticcerie, o qualunque altro esercizio di somministrazione di cibi e bevande, di rimuovere permanentemente qualunque arredo (in particolare modo sedie e tavoli) posti sia all’interno che all’esterno dei suddetti esercizi; ma anche è fatto obbligo di attenersi, per l’acquisto dei prodotti alimentari, al massimo di una spesa al giorno e una persona per nucleo familiare".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche Caltabellotta verso la zona rossa? Sindaco vieta gli assembramenti

AgrigentoNotizie è in caricamento