Coronavirus, in Sicilia il contagio cresce ancora: in 24 ore 1.322 nuovi casi (+2 in provincia) e 25 vittime

I ricoverati con sintomi aumentano e si raggiunge quota 1.147 (ieri 1.105) e altri nove pazienti sono in Terapia intensiva, per un totale di 157 posti occupati. In isolamento domiciliare oltre 17 mila cittadini. Dei nuovi contagiati, 531 sono localizzati tra Palermo e provincia

Crescono ancora i casi di Coronavirus in Sicilia. Nel giorno in cui l'Isola deve fare i conti con la decisione assunta da Roma di classificarla "zona arancione" il ministero della Salute certifica che in 24 ore sono stati accertati 1.322 nuovi casi (1.155 ieri) a fronte di 9.497 tamponi effettuati (ieri 9.376).

I ricoverati con sintomi aumentano e si raggiunge quota 1.147 (ieri 1.105) e altri nove pazienti sono in Terapia intensiva con un totale di 157 posti occupati. Oggi quindi il totale degli ospedalizzati è di 1.304 persone. E schizzano anche i soggetti in isolamento domiciliare: ieri 16.365, oggi 17.222 (+857). Il totale dei positivi arriva a quota 18.526. Si registrano purtroppo altre 25 vittime, per un totale di 594 da inizio pandemia. I guariti segnano invece quota 8.282 con un +389 rispetto a ieri. 

Questa la suddivisione dei nuovi casi per provincia: Palermo +531; a Catania crescono di 292 unità. Ci sono poi 152 nuovi positivi a Siracusa; 117 a Ragusa, 99 a Messina; 86 a Trapani; 23 a Caltanissetta; 20 a Enna e 2 ad Agrigento.

Dopo l'annuncio di ieri del premier Conte dell'inserimento della Sicilia nella fascia "arancione" è scoppiata la polemica. Per il presidente della Regione "la scelta del governo nazionale di relegare la Sicilia a zona arancione appare assurda e irragionevole. Anche noi ci chiediamo perché la Sicilia è arancione - dice poi Musumeci all'AdnKronos - è una domanda che sorge spontanea quando si mettono a confronto i dati della nostra regione con quelli di almeno altre 4 o 5 regioni della penisola rimaste, ben per loro, zone gialle. Molti sostengono essere stata una scelta dettata da pregiudizi politici. Io ho il dovere di pensare che, invece, si sia trattato di una lettura svogliata e distratta del dato epidemiologico". (Leggi l'articolo completo)
5 novembre-2-2
Per l'opposizione, al contrario, la classificazione della Sicilia dimostra che in questi mesi il governo regionale non avrebbe lavorato abbastanza per prevenire l'emergenza.

La situazione nel resto d'Italia

I casi nuovi di contagio da Coronavirus in Italia oggi sono 34.505 oggi. Il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, intervenendo al punto stampa al ministero sulla situazione epidemiologica lo ha definito "non un buon segnale, anche se i tamponi sono stati 220 mila. I morti sono 445.

  • Nuovi casi: 34.505 (ieri 30.550​)
  • Casi testati: 134.550 (ieri 127.500​)
  • Tamponi (diagnostici e di controllo): 219.884 (ieri 211.831)
  • Attualmente positivi: 472.348 (ieri 443.235​)
  • Ricoverati: 23.256, + 1140 (ieri 22.116, +1.002​)
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 2.391, + 99 (ieri 2.292, + 67)
  • Totale casi positivi: 824.879 (ieri 790.377)
  • Deceduti: 40.192, +428 (ieri 39.764, con un aumento di 352 morti in 24 ore)
  • Totale Dimessi/Guariti: 312339 (ieri 307.378​)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento