Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Partecipano al corteo funebre nonostante i divieti per il Coronavirus, 48 denunciati

L'ipotesi di reato contestata a tutti, dai militari dell'Arma, è violazione degli obblighi imposti dall'autorità: si rischia fino a tre mesi di carcere

(foto ARCHVIO)

Denunciate 48 persone che partecipavano, a piedi, ad un corteo funebre vietato. È successo, nel primo pomeriggio di ieri, a Porto Empedocle. 

Pugno duro, da parte dei carabinieri, in applicazione del decreto del presidente del Consiglio dei ministri.

Raccontano d'essere rientrate dalla zona "rossa" davanti a un locale della movida: denunciate 2 ragazze

Alcuni cittadini hanno segnalato ai carabinieri della stazione di Porto Empedocle la violazione al decreto emesso dalla presidenza del Consiglio dei ministri per arginare la diffusione del Coronavirus. I carabinieri hanno verificato e hanno appurato che era in corso una vero e proprio corteo funebre, fatto a passo d'uomo, lungo le vie del paese, in direzione del cimitero. I militari dell'Arma hanno dunque identificato e denunciato 48 persone per violazione degli obblighi imposti dall'autorità ai sensi dell'articolo 650 del codice penale.

Coronavirus, Caputo: "Prevenire il rischio contagio rispettando le regole, aumenteremo i controlli"

Adesso nei loro confronti sarà aperto un procedimento penale da parte della Procura della Repubblica di Agrigento per un reato per il quale è previsto l'arresto fino a 3 mesi. L'intervento dei carabinieri si inserisce in un forte "giro di vite" disposto dal comando provinciale di Agrigento finalizzato al rispetto di tutte le prescrizioni disposte dal Governo per limitare la diffusione del Coronavirus.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partecipano al corteo funebre nonostante i divieti per il Coronavirus, 48 denunciati

AgrigentoNotizie è in caricamento