Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Coronavirus e rischio contagi, Montenegro: "Sospese le messe, i funerali e i matrimoni"

Preghiamo il Signore – dice il cardinale – perché al più presto ci liberi da questo male"

(foto ARCHIVIO)

Sospese le messe quotidiane, ma anche i matrimoni e i funerali fino al prossimo 3 aprile. A stabilirlo con un proprio provvedimento è stato l'arcivescovo di Agrigento, Francesco Montenegro, il quale, tenuto conto delle decisioni della Conferenza episcopale italiana ha stabilito che da oggi, domenica 8 marzo 2020 e fino al 3 aprile 2020 saranno "sospese le celebrazioni delle sante messe quotidiane comprese quelle funebri e nuziali.

L'appello dei sindaci a chi rientra dalle Zone Rosse: "Segnalate la vostra presenza"

Le chiese rimarranno aperte unicamene per consentire le preghiere personali. "Preghiamo il Signore – dice Montenegro – perché al più presto ci liberi da questo male". Alcune misure erano state già disposte dalla Cei nelle scorse settimane, come l'eliminazione del segno di Pace durante la messa e dell'acqua nelle acquasantiere. Ora questo ulteriore provvedimento restrittivo, che arriva al termine di una giornata lunghissima e convulsa durante la quale si è registrata una nuova ordinanza da parte della Presidenza della Regione, che obbliga chi proviene dalle "zone rosse" di auto denunciarsi e porsi in quarantena volontaria e, contestualmente, l'individuazione di dieci nuovi casi di Covid-19 a Sciacca. Tra questi, un anziano 85enne che versa in gravi condizioni a causa anche di altre patologie di cui già soffriva.

Rischio diffusione Coronavirus, chiusa la Valle dei Templi e tutti i musei cittadini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus e rischio contagi, Montenegro: "Sospese le messe, i funerali e i matrimoni"

AgrigentoNotizie è in caricamento