rotate-mobile

Casi di Covid fra i contatti diretti degli alunni, al Quadrivio scatta la protesta dei genitori

Un gruppo di mamme hanno deciso di non mandare i figli a scuola fino a quando non verranno eseguiti gli accertamenti necessari per escludere il rischio del contagio

Un gruppo di genitori di alunni che frequentano la suola primaria nel plesso di via Mazzini dell’Istituto comprensivo “Anna Frank” di Agrigento, dai microfoni di AgrigentoNotizie, segnalano potenziali rischi contagio a cui sono soggetti. Le tre mamme che abbiamo incontrato nei pressi della scuola del Quadrivio Spinasanta raccontano di casi di positività accertati, sabato scorso, dalle autorità sanitarie e che coinvolgono contatti diretti di compagni di classe dei loro bambini. Casi di variante inglese che avrebbero interessato anche bambini della scuola materna che fa capo allo stesso istituto comprensivo. 

I genitori, segnalano ancora di come, a causa dei casi di infezione riscontrati nell’asilo “Giardino Fiorito”, siano stati attivati i protocolli di sicurezza per evitare la potenziale diffusione del contagio: isolamento precauzionale per le persone che hanno avuto contatti con i positivi  e chiusura della scuola. Misure di contenimento che però, secondo quanto riferito dai genitori, si sarebbero dovute  adottare anche per la classe della scuola elementare perché collegata a congiunti diretti dei soggetti affetti da Covid.

“Abbiamo contattato telefonicamente le autorità per sapere come agire e se fosse stato opportuno effettuare dei tamponi – dice la signora Stella Vella -  ma siamo stati invitati a svolgere la nostra routine quotidiana e di continuare a mandare i bambini a scuola perché – aggiunge -  fino a quando non si accerta un caso di positività all’interno di un istituto, l’Asp non può procedere alla chiusura o alla sanificazione. Noi genitori – dice ancora la signora Vella - abbiamo deciso di evitare di mandare i bambini a scuola perché nel dubbio e nell’incertezza,  non vogliamo esporli al rischio”.

“Chiediamo maggiore tutela per i nostri figli – dice invece la signora Gabriella Capraro – non vogliamo la chiusura della scuola ma vogliamo certezze”.

In un’altra scuola – precisa la signora Alfonsina Irene Manna – si è verificata la stessa situazione ed è stata disposta la chiusura cautelativa sia delle elementari che della scuola dell’infanzia, quindi vogliamo capire quali pesi e quali misure vengono usati e perché – aggiunge la mamma di un alunno – nell’altra scuola  sono stati presi provvedimenti e a noi ci tengono in questo limbo dal quale è difficile  uscire”.

Coronavirus, chiuse per sanificazione altre 4 scuole: uffici comunali in smartworking fino ad aprile
Coronavirus, chiuse per sanificazione altre 4 scuole: uffici comunali in smartworking fino ad aprile

 

Potrebbe interessarti: https://www.agrigentonotizie.it/cronaca/chiuse-scuole-coronavirus-ordinanza-micciche-chiusi-uffici-comune.html

Video popolari

Casi di Covid fra i contatti diretti degli alunni, al Quadrivio scatta la protesta dei genitori

AgrigentoNotizie è in caricamento