Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Arrestato per furto aggravato, 30enne interrogato via Skype causa Coronavirus

L’uomo avrebbe picchiato in Romania una donna portandole via il portafoglio con all’interno denaro e carta di credito

Foto archivio

L’interrogatorio di garanzia si fa via Skype. E’ quanto accaduto a Sciacca in seguito ad un mandato di arresto europeo a carico di un romeno. Cambia la giustizia ai tempi del Coronavirus. Samir Buhai, arrestato perché condannato a 3 anni e 4 mesi di carcere, ha risposto al giudice Antonino Cucinella tramite Skype. L’interrogatorio, del 30enne romeno, è avvenuto tramite una web cam.

L’uomo, avrebbe picchiato in Romania una donna, portandole via il portafoglio con all’interno denaro e carta di credito. Inoltre, il 30enne, avrebbe anche tagliato e rubato dieci alberi di proprietà dello Stato. Il mandato di arresto europeo è arrivato a seguito di una condanna definitiva. La polizia avrebbe arrestato Buhai al museo del Mare.  L’uomo è assistito dall’avvocato  Pasquale D’Anna. Il 30enne si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato per furto aggravato, 30enne interrogato via Skype causa Coronavirus

AgrigentoNotizie è in caricamento