Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus e ricoveri, l'Asp: "Ecco qual è l'attuale situazione dei posti letto disponibili"

A parlare, cercando di fare chiarezza, è il commissario straordinario Mario Zappia: "Gli ospedali, sia per i mappati Covid che per i non Covid, stanno funzionando"

 

"Distretto Sciacca-Ribera, terapia intensiva: 3 posti letto occupati su 10 disponibili. Abbiamo mantenuto una quota per i non Covid. Gli ospedali, sia per i mappati Covid che per i non Covid, stanno funzionando. Non sottovalutate le patologie perché i nostri ospedali sono attrezzati per garantire la sicurezza. Su Ribera, lavori in corso per 10 posti letto di Terapia intensiva, 10 di sub intensiva e altri 10 si sono recuperati perché il ministero e la Regione ci hanno spinto a fare dei posti per  una eventuale escalation della pandemia. Abbiamo un'azione di potenziamento dell'ospedale che ci sarà in era post-Covid". Lo ha detto, cercando di fare chiarezza in quello che è stato il primo aggiornamento settimanale, il commissario straordinario dell'Asp di Agrigento Mario Zappia. 

Coronavirus, l'Asp conferma: 16 positivi dall'inizio del mese fra medici e infermieri  

"Per quanto riguarda il distretto di Agrigento, abbiamo - prosegue il commissario straordinario dell'Asp - 14 posti letto Covid di cui occupati 6, quindi 8 sono disponibili, e in più posti letto  per Terapia intensiva non Covid. Sull'ordinario 33 posti letto Covid su 50 che diventeranno 80. Abbiamo disponibilità sia per Terapia intensiva che per i posti ordinari. Per i pazienti non Covid abbiamo fatto una convenzione con la casa di cura Sant'Anna, i malati potranno ricoverarsi presso una clinica che sarà solo non Covid. Ultimo capitolo è quello dell'hotel Covid. Ne abbiamo uno a Sciacca, nella Foresteria dove sono occupati 8 posti su 16. A Ribera c'è un altro hotel Covid dove sono occupati 7 e da ieri è stato aperto un hotel Covid all'Ipab di Canicattì con 40 posti letto di cui 2 o 3 occupati. Una possibilità di assistenza ai vari livelli, anche per chi ha sintomi lievi, c'è. Stiamo lavorando con assunzioni di personale sanitario. Vi assicuro che anche chi fa l'amministrativo si sta spendendo al massimo. E' chiaro che non tutto va bene, abbiamo tante problematiche sui tamponi". 

Coronavirus: 1.707 i nuovi positivi sull'isola (+95 in provincia), 35 le vittime

Covid hospital di Ribera

Si lavora a ritmi intensi all’ospedale “Fratelli Parlapiano” di Ribera per l’attivazione di sessanta posti letto destinati a fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19 (dieci posti di terapia intensiva, dieci di sub-intensiva e quaranta di degenza ordinaria). Si tratta di interventi avviati dall’azienda sanitaria provinciale di Agrigento nell’ambito dell’emergenza coronavirus in Sicilia. Ieri mattina, nel corso di un sopralluogo, a cui hanno preso parte il commissario straordinario Asp Mario Zappia e il responsabile dell’ufficio speciale per il commissario delegato del piano nazionale Tuccio D’Urso, è stato verificato l’avanzamento dei lavori. Nel corso della sua visita l’ingegnere D’Urso ha reso noto che il presidio ospedaliero sarà dotato delle attrezzature acquistate dall’ufficio speciale, dotazioni essenziali che contribuiranno a fare del “Fratelli Parlapiano” il Covid-Hospital di riferimento per il territorio provinciale.

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento