Campobello riapre il cimitero, via libera a gruppi di 8 per chi ha perso un familiare

Dal 4 maggio, sempre rispettando le misure di sicurezza, potranno tornare tutti a visitare i propri defunti

(foto ARCHIVIO)

A Campobello di Licata si potrà. Mentre negli altri Comuni dell'Agrigentino ancora nessuna decisione sarebbe stata presa al riguardo, a Campobello dal 4 maggio si potrà ritornare a visitare i defunti al cimitero. Il sindaco Giovanni Picone ha deciso di riaprire il camposanto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto già da ieri e fino a domattina, su disposizione del capo dell'amministrazione comunale, al cimitero possono accedere, a gruppi di 8 persone regolarmente autorizzate, quei nuclei familiari che hanno perso un proprio parente dal mese di febbraio e che non hanno avuto la possibilità di poter sistemare le tombe e le cappelle gentilizie. "Si tratta di una attenzione particolare alle famiglie che hanno perso i propri cari in questo periodo di lockdown - ha dichiarato Picone - e che oltre al dolore per la morte del proprio congiunto non hanno avuto la possibilità di poter piangere sulla tomba e di depositare un fiore. In maniera ordinata e stando sempre attenti alle prescrizioni imposte dalle norme e cioè senza creare assembramenti e mantenendo la distanza di un metro tra le persone, naturalmente muniti di mascherine e guanti, sarà concessa questa apertura straordinaria del cimitero. Il personale addetto alla guardiania ed alla custodia del luogo avrà cura di verificare che siano rispettate le regole".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • Coronavirus, 7 nuovi casi: 3 ad Aragona, 2 a Sciacca, 1 ad Agrigento e a Palma

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

  • Emergenza Covid-19: diagnosticati 7 nuovi contagi ad Aragona che è a 16 casi: positivi anche ad Agrigento e Sciacca

  • Schizza il bilancio dei positivi nell'Agrigentino, ancora casi a Canicattì e Licata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento