Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Emergenza Coronavirus, primo caso in città: oltre 400 le persone in quarantena fiduciaria

Non si tratta di un medico o di un infermiere del "San Giovanni di Dio". Ad annunciare il nuovo tampone positivo è stato il sindaco Lillo Firetto che ha ricordato a tutti di "mantenere una rigidità comportamentale perché è l'unico vero argine che, in questo momento, possiamo fare all'espansione del contagio"

 

Primo caso di contagio da Coronavirus ad Agrigento. Ad annunciarlo, sui social, è stato il sindaco della città dei Templi Lillo Firetto: "Ieri, la notizia del contagio di una cittadina non agrigentina. Adesso invece la notizia della presenza, sul territorio di Agrigento, di una persona che è risultata positiva al Covid. Mi è stata data la comunicazione formale da parte dell'Asp di Agrigento per le conseguenti attività".

L'esito dei tamponi non lascia dubbi: c'è il terzo contagio da Coronavirus a Licata e il ventesimo a Sciacca 

L'agrigentino, affetto da Coronavirus, si trova al proprio domicilio. Non si tratta - non dovrebbe trattarsi almeno, stando alle informazioni in possesso del sindaco, - né di un medico, né di qualche infermiere dell'ospedale "San Giovanni di Dio" di Agrigento. 

Anziana positiva al Covid-19, Cardiologia resta in funzione: sottoposti a tamponi anche 2 pazienti

"Il dato complessivo dei soggetti che si trovano in quarantena fiduciaria - ha spiegato il sindaco di Agrigento - passa dai 201 ai 204. In realtà, sommando questo dato a quelli registrati dall'Asp di Agrigento, il dato complessivo sul territorio cittadino va ben oltre i 400 soggetti che in questo momento si trovano a casa loro in quarantena fiduciaria. Manteniamo una rigidità comportamentale perché è l'unico vero argine che, in questo momento, possiamo fare all'espansione del contagio. Grazie ai medici di base che rappresentano il frontline di questi agrigentini che sono in quarantena fiduciaria, a tutti i medici del 'San Giovanni di Dio' di Agrigento che hanno vissuto ore particolarmente stressanti la scorsa notte".

Anziana di Favara positiva al Covid-19, 2 medici e 2 infermieri di Cardiologia posti in isolamento
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento