Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

Naro, Ravanusa e Realmonte hanno deciso di interdire i luoghi pubblici dove si registrano assembramenti. Prosegue la polemica, da parte dei sindaci, per i dati di cui sono in possesso e che restano disallineati da quelli dell'Asp

(foto archivio)

I contagi non si fermano. Ma almeno nel caso di Canicattì dove, negli scorsi giorni, si è registrato un vero e proprio allarme, "la curva dei contagi si è appiattita e tende a scendere" - ha detto il sindaco Ettore Di Ventura - . Cala anche il numero dei positivi a Licata. Aumentano invece a Camastra - unica zona rossa della provincia - , a Campobello di Licata, Ravanusa, Realmonte, Naro, Racalmuto (dove è stato confermato il contagio di uno studente di scuola elementare), Santa Margherita di Belìce, Sambuca di Sicilia, Casteltermini, Aragona, Palma di Montechiaro.

Palma è arrivata a 107 positivi

+2 positivi a Palma di Montechiaro che è arrivata a complessivi 107 contagiati. I guariti sono 18 e i casi totali sono arrivati ad essere 125. Il sindaco Stefano Castellino continua a parlare di "situazione drammatica".  

+7 casi a Casteltermini 

Casteltermini è arrivata a 28 positivi. Nel giro di 24 ore si sono registrati 7 nuovi casi di Covid-19.

Aragona è arrivata a 39

"Tre nuovi soggetti positivi e due guariti. I numeri purtroppo sono solo parziali, poiché registriamo cittadini positivi ai test rapidi" - ha detto il sindaco Peppe Pendolino - .

19 guariti e 5 positivi a Canicattì

"Che la curva dei contagi si sia appiattita e tenda a scendere non significa liberi tutti, ma esattamente il contrario - ha spiegato il primo cittadino di Canicattì - . Oggi mi è stata notificata la guarigione clinica di ben 19 concittadini che hanno superato il coronavirus e nelle prossime giornate aspettiamo le comunicazioni dell’avvenuta guarigione di molte altre persone. Mi è stata comunicata però anche la positività al Covid-19 di 5 concittadini".

Scuole di primo grado riaperte, via alla raccolta dei rifiuti speciali

Camastra è a 29

+2 nel giro di 24 ore a Camastra che è arrivata a 29 contagiati. Dodici le persone in quarantena, un deceduto e un guarito. 

Chiuse piazze e vie a Naro

Naro è passata da 49 a 52 positivi. Ben 57 invece le persone in quarantena. Il sindaco Maria Grazia Brandara per evitare assembramenti ha chiuso le seguenti vie e piazze: piazza Crispi, piazza Padre Favara, belvedere dietro Sant’Agostino, piazzale Torretta, piazzetta Cremona, Via Piave, zona Madonna Liberante, spazi antistanti Vecchio Duomo, piazza Madonna del Lume, spazio antistante Calvario, interno campo sportivo, zone adiacenti Lago San Giovanni. "In tutte queste zone, i vigili urbani verificheranno che non si creino assembramenti e consentiranno soltanto il semplice attraversamento, accesso e deflusso alle abitazioni private e agli esercizi commerciali legittimamente aperti. In caso di trasgressione dell’ordinanza, gli stessi vigili urbani eleveranno le sanzioni regolamentari. Sono stati predisposti dei locali nel plesso dell’ex scuola media Riolo Specchi per eseguire i test rapidi antigenici alla popolazione scolastica, ai dipendenti comunali e ai soggetti fragili. I tamponi saranno eseguiti dai medici di famiglia che vorranno aderire all’iniziativa e che, a tale scopo, riceveranno gli stessi tamponi gratuitamente dall’Asp di Agrigento/Dipartimento Prevenzione".

+2 a Santa Margherita di Belice

"Una guarigione e due nuovi casi di positività. Si tratta di un 70enne e di una 41enne - ha reso noto il sindaco Franco Valenti - . Ho ricevuto la comunicazione ufficiale della guarigione di una ragazza di anni 14 anni". 

Sette nuovi casi a Sambuca

"Tre guariti e 7 nuovi positivi. Si tratta di persone già positive a tampone molecolare processato in laboratori privati, in quarantena da qualche settimana e comunicati dall’Asp solo oggi. Restiamo in attesa delle notifiche, da parte dell’Asp, della fine dell’isolamento domiciliare di tanti guariti". 

Ravanusa è a 23 positivi 

"Salgono a 23 i pazienti positivi al Covid-19 di Ravanusa. Ma sappiamo che ci sono altri soggetti non contabilizzati. Le comunicazioni fra Asp e sindaci sono andate in cortocircuito - ha detto anche il sindaco Carmelo D'Angelo - . Domenica tutte le attività dovranno restare chiuse, ho individuato un'altra area 'rossa' - in contrada Bianco - dove ci sono assembramenti. Il tempo della tolleranza deve finire - ha lanciato un appello alle forze dell'ordine -, per questa settimana le attività didattiche in presenza sono sospese. Non abbiamo notizie di focolai, ma vogliamo essere certi che i nostri figli vadano a scuola in sicurezza".  

Il sindaco di Raffadali sbotta: "La verità? Siamo in mano a nessuno"

Disallineamento di dati, sindaco di Campobello chiede aiuto

"L'Asp ha notificato 4 nuovi casi positivi. Erano a casa da diversi giorni. Complessivamente abbiamo 31 contagiati e si aspetta da parte dell’Asp la notifica di altri casi positivi e anche qualche guarigione. Purtroppo c’è un forte disallineamento tra i casi positivi che registriamo con il tampone antigenico e quanto ufficialmente comunicato dall’Asp - ha detto il sindaco Gianni Picone - . La comunicazione avviene dopo diversi giorni. Questo situazione non ci consente di avere un giusto monitoraggio del fenomeno e la sua evoluzione tra i familiari o le persone venute a contatto con il positivo. Coloro che risultano positivi al tampone, mi contattino in modo da avere un dato più certo ed evitare di far propagare ancora di pù il virus. Questo ci consentirà di salvare qualche vita. Se una persona ha avuto contatti con positivi e fa il tampone rapido e risulta negativo, deve stare comunque in isolamento e registrarsi sul sito dell'Asp e aspettare la fine della quarantena. Stiamo seguendo con grande preoccupazione un possibile focolaio. Già abbiamo allertato i vari enti per un’eventuale azione da eseguire. Speriamo bene! Ai genitori dico di stare attenti ai vostri figli. La chiusura della scuola non è un liberi tutti, ma stare a casa per evitare di ridurre i contagi. Ragazzi in giro senza mascherina!". 

L'altalena di Licata

In serata, l'Asp ha comunicato 4 guarigioni e quindi il numero di positivi - a Licata - è calato a 67. In mattinata, invece, l’Asp aveva comunicato una guarigione e due nuovi contagi e il numero dei contagiati era di 71. 

Confermato contagio di studente a Racalmuto

"Confermato il caso di positività di un alunno della scuola primaria della classe IV E del plesso Alaimo - ha spiegato il sindaco Vincenzo Maniglia - . Alunni e docenti sono stati sottoposti a test e per tutti l'esito è stato negativo. Emerge dunque che i i due casi dell’istituto comprensivo Sciascia hanno confermato che l’ambiente scolastico, dove vengono rispettate le regole, è sicuro. Ad oggi la situazione ufficiale di Racalmuto vede 14 casi positivi".

Realmonte è a quota 21

"21 casi noti. 5 accertati dall'Asp(due dei quali guariti). 15 in attesa di verifica e un ricoverato in ospedale". Lo ha reso noto il sindaco in tarda serata. La situazione della mattinata era invece questa: +2 a Realmonte dove sale a 16 il numero dei contagiati. "Abbiamo conoscenza di 18 casi a Realmonte - ha spiegato, facendo il punto della situazione, il sindaco Sabrina Lattuca - . Cinque di questi 18 casi sono stati accertati dall'Asp, tre sono a casa in isolamento, stanno bene e sono in attesa del secondo tampone e due sono stati già dichiarati guariti. Per gli altri 13, dodici sono a casa, stanno bene e attendono le verifiche dell'Asp. Un uomo invece ha avuto un peggioramento repentino ed è stato ricoverato in ospedale".  

La Sicilia resta zona arancione, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, no ad assembramenti"

"Ho attivato una task force per contenere la diffusione del Covid-19, ho attivato il Coc ed emesso ordinanze restrittive. Sono state sanificate le grandi e le piccole strade, tutti i locali pubblici e anche le scuole - ha riferito il sindaco Lattuca - . Abbiamo attivato anche un tavolo di solidarietà. Ho firmato due ordinanze, una riguarda la chiusura per due settimane dei mercati e l'altra riguarda il divieto di stazionamento in tutti i luoghi pubblici del territorio. Questo, naturalmente, per evitare gli assembramenti. Riguardo alle scuole, abbiamo chiesto un numero di tamponi sufficienti per fare uno screening per gli alunni dell'istituto Garibaldi. Non abbiamo però mai avuto notizia di alcun caso di positività fra ragazzi, docenti e personale".  

(Aggiornato alle ore 23,27)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento