menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il questore di Agrigento Maria Rosa Iraci

Il questore di Agrigento Maria Rosa Iraci

Natale e Dpcm anti-Covid, il questore: "Potenziati i controlli, denunce per false autocertificazioni"

Rosa Maria Iraci: "Temiamo che la gente presa dall'euforia delle feste si lasci andare e quindi si assembri, come è successo negli ultimi giorni e i locali sono stati contravvenzionati. Auspico che ci sia la maggiore attenzione possibile perché questo ci aiuterà ad evitare la terza ondata"

"Per i giorni 'rossi', quindi a partire da oggi e tutti i festivi e pre-festivi, abbiamo predisposto grossi servizi di controllo in vari punti della città e d'accesso alla città, sia nel territorio del capoluogo che in tutte le altre cittadine dell'Agrigentino. Nelle sedi di commissariato provvede prevalmentemente ad organizzare i servizi la polizia di Stato, mentre nei centri di competenza delle stazioni di carabinieri si interesseranno le compagnie dell'Arma competenti per territorio. Per quanto riguarda le giornate 'arancioni', i servizi ci saranno, il territorio continuerà ad essere presidiato, ma in quei giorni, alcuni negozi saranno aperti ed è chiaro che ci sarà un allentamento rispetto alla zona 'rossa'". Lo ha detto, durante un incontro virtuale con la stampa, il questore di Agrigento Rosa Maria Iraci. Dopo il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, durante il quale sono state date dal prefetto Maria Rita Cocciufa le direttive, il questore Iraci ha presieduto il tavolo tecnico che ha disposto i servizi di controllo e vigilanza a livello territoriale.

Natale e zona "rossa" anti-Covid: ecco tutte le regole in vigore e le scappatoie?   

"La zona 'rossa' è stata predisposta per evitare gli spostamenti in massa nei giorni festivi, quindi la gente che controlleremo avrà sicuramente dietro una autocertificazione e se non ce l'avrà forniremo noi il modulo e indicherà le motivazioni che spingono la persona ad uscire. Poi - ha spiegato il questore Iraci - faremo dei controlli sulle autocertificazioni e se troveremo dichiarazioni false denunceremo per il reato di 'false dichiarazioni a pubblico ufficiale'. Quello che si raccomanda ai cittadini è di rispettare le disposizioni nell'interesse di tutti perché è chiaro che si vincola a stare in casa solo per ragioni di carattere sanitario. Raccomando ai cittadini di essere fedeli al rispetto delle disposizioni, certo non abbiamo un poliziotto per ogni cittadino. Sarà massimo sforzo nel presidio e nell'implementazione dei servizi, ma i cittadini devono darci una mano d'aiuto nel facilitare i nostri controlli perché se c'è poca gente in strada ci verrà facile controllare chi è per strada".

Natale e Dpcm anti-Covid, l’appello del prefetto: "Continuate ad essere responsabili”

Si temono assembramenti. "In questa provincia, ad onor del vero, i cittadini sono stati rispettosi. Nella fase del lockdown c'è stato il massimo rispetto delle disposizioni, abbiamo denunciato qualcuno, ma l'incidenza non è stata elevata. Dopo l'allentamento estivo, molta gente non ha capito che il virus ancora si diffondeva e si diffonde e doveva esserci maggiore rispetto delle disposizioni. Parlo anche, soprattutto, della fascia giovanile che un po' s'è lasciata andare - ha evidenziato il questore Rosa Maria Iraci - . Sono stati contravvenzionati, purtroppo, degli esercizi pubblici, addirittura chiusi con nostro provvedimento e provvedimento del prefetto. Temiamo che la gente presa dall'euforia delle feste si lasci andare e quindi si assembri, come è successo negli ultimi giorni e i locali sono stati contravvenzionati. Auspico che ci sia la maggiore attenzione possibile in questo momento perché questo ci aiuta ad evitare la terza ondata. Nell'ultimo periodo non posso dire - ha concluso il questore di Agrigento - che le direttive siano state rispettate così come invece nel primo periodo quando il virus, probabilmente, ha fatto più paura. Adesso è come se si fosse preso sotto gamba, ma abbiamo visto che l'incidenza dei dati è, adesso, forte al Sud". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento