menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Coronavirus, mercati cittadini: il Governo dispone la sospensione di tutte le attività

Il mercato settimanale del venerdì in piazza Ugo La Malfa non verrà effettuato così come non verranno piazzati gli stand a Villaggio Peruzzo e al Villaggio Mosè

Anche se in questi giorni diversi Enti avevano già agito in autonomia, è adesso un chiarimento fornito dal Govenro Conte al decreto finalizzato al contenimento del contagio da Covid-19 a formalizzare la chiusura dei mercati rionali. In particolare, si decide che i "i mercati coperti in analogia dei centri commerciali o dei supermercati possono restare aperti ad eccezione dei giorni festivi e prefestivi ma devono contingentare le entrate dei clienti per garantirne la distanza di sicurezza", mentre "i mercati all’aperto invece devono restare chiusi poiché non sarebbe possibile regolare l’afflusso delle persone".

Un tema, questo, dibattuto i questi giorni in cui appunto diversi Municipi avevano già disposto la sospensione delle iniziative di vendita. Una strada intrapresa anche dal Comune di Agrigento, che però si è già visto rispondere "niet" da parte dalla cosiddetta "Cabina di regia unica", che si occupa appunto dei provvedimenti che riguardano la sospensione di attività di commercio di questo tipo.

L'ente, infatti, aveva già chiesto di stoppare il mercatino di martedì e ha reiterato la richiesta anche per l'iniziativa di venerdì in piazza La Malfa. Il Comune, ad ogni modo, aveva destinato alcuni vigili urbani a verificare la situazione, con l'ordine di sospendere l'attività di vendita in caso dovessero crearsi "assembramenti".

Dopo le indicazioni del Governo, poco prima delle ore 10, il sindaco Lillo Firetto - attraverso il suo portavoce - ha reso noto: "Tutti i mercati all'aperto sono chiusi. Il mercato settimanale del venerdì in piazza Ugo La Malfa non verrà effettuato così come non si effettueranno i mercatini settimanali al Villaggio Peruzzo e al Villaggio Mosè. Il decreto del Governo parla chiaro e purtroppo questa è una delle limitazioni previste. La violazione del decreto costituisce reato penale. La misura è volta ad evitare che si creino aree affollate nelle quali è più facile la diffusione del contagio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento