Coronavirus, gli abitanti dei piccoli comuni potranno raggiungere le città per fare la spesa

Lo ha chiarito il Governo, nei giorni scorsi era esplosa la protesta a Joppolo Giancaxio

Joppolo Giancaxio

Misure di contenimento anti-Coronavirus, i residenti dei piccoli comuni potranno spostarsi in centri più grandi per fare la spesa, ma solo ad alcune condizioni.

Il chiarimento è arrivato direttamente da parte del Governo, il quale consente per coloro che abitano in centri privi di strutture di vendita di un certo tipo lo spostamento in Comuni vicini, sempre dotandosi di autocertificazione e unicamente al fine di recarsi al supermercato.

“La spesa è fatta di regola nel proprio Comune, dal momento che questo dovrebbe garantire la riduzione degli spostamenti al minimo indispensabile – si legge sul sito della Prefettura di Milano -. Qualora ciò non sia possibile (ad esempio perché il Comune non ha punti vendita), o sia necessario acquistare con urgenza un bene non reperibile nel Comune di residenza o domicilio, o, ancora, il punto vendita più vicino a casa propria si trovi effettivamente nel Comune limitrofo, lo spostamento è consentito solo entro tali stretti limiti, che dovranno essere autocertificati”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nei giorni scorsi la protesta era partita da Joppolo Giancaxio: il piccolo centro, difatti, ha solo una singola attività, una bottega, di generi alimentari, che da sola non basta a soddisfare le richieste di una comunità e, soprattutto, date le dimensioni dei locali che utilizza, non può garantire il rispetto delle distanza di sicurezza. Così, dopo la denuncia sui social del presidente di Legambiente Claudia Casa, era stato il sindaco Giuseppe Portella a rivolgersi al prefetto Dario Caputo ottenendo una deroga che è stata adesso superata, o rafforzata, dalle scelte del Governo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • I contagi da Covid-19 continuano ad aumentare, firmata l'ordinanza: ecco tutti i nuovi divieti

  • Boom di contagi da Covid-19 ad Aragona, i genitori: "Prima la salute dei nostri figli, scuole chiuse subito"

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Emergenza Covid-19: diagnosticati 7 nuovi contagi ad Aragona che è a 16 casi: positivi anche ad Agrigento e Sciacca

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento