Migranti sbarcati a Lampedusa, verranno tutti trasferiti a Villa Sikania

Il sindaco Lauricella: "Anche i nuovi ospiti del centro osserveranno lo stato di quarantena e non potranno uscire dalla struttura"

foto archivio

"I 32 migranti sbarcati stanotte a Lampedusa e già trasferiti questa mattina in traghetto a Porto Empedocle da stasera saranno ospitati nell’ex hotel Villa Sikania adibito a centro d’accoglienza".  A farlo sapere è il sindaco di Siculiana, Leonardo Lauricella. Il primo cittadino ha fatto sapere che i migranti approdati sull'isola più grande delle Pelagie faranno rotta verso Siculiana. "Anche i nuovi ospiti del centro osserveranno lo stato di quarantena e non potranno uscire dalla struttura”, ha spiegato il sindaco tramite un video emssaggio Facebook.

"Ho ricevuto una telefonata del prefetto che mi ha comunicato l'arrivo dei migranti, fra cui alcune donne in stato di gravidanza e dei bambini. Il prefetto mi ha assicurato - spiega Lauricella - che sarà un soggiorno temporaneo in attesa che la nave, appositamente individuata per ospitare i migranti, possa riceverli. Anche i nuovi ospiti del centro osserveranno lo stato di quarantena e non potranno uscire dalla struttura. Ho rappresentato al prefetto - prosegue il sindaco - la mia contrarietà per il particolare momento di emergenza sanitaria. In tema di immigrazione, il ministro dell'Interno e le Prefetture esercitano una competenza esclusiva. Il prefetto tuttavia mi ha rassicurato sul fatto che i migranti non potranno uscire perché controllati adeguatamente dalle forze dell'ordine. Al momento, gli ospiti non presentano sintomi riconducibili al Covid-19 e al termine della quarantena verranno sottoposti a tampone. Ho preso contatti con uno studio legale per un'azione a tutela della nostra comunità"

Sbarco di migranti a cala Pisana, 32 persone portate a molo Favarolo

I migranti, in tutto 32, dopo avere raggiunto Lampedusa sono stati accompagnati a Porto Empedocle. Il trasferimento è avvenuto nella mattinata di oggi. L’HotSpot dell’isola è occupato da persone posta in quarantena per via del Covid 19. Ad intervenire è stato il sindaco di Lampedusa, Totò Martello. "Lampedusa vive due emergenze insieme, quella del Coronavirus e quella dei migranti - dice Martello - per quanto tempo ancora dobbiamo essere abbandonati dal governo? Le navi per accogliere i migranti sono altrove, ma non dove davvero servono: qui ci sono anche sbarchi autonomi, i migranti arrivano direttamente coi barchini come è successo stanotte che ne sono arrivati 32, eppure non c'è una nave di assistenza ormeggiata di fronte al nostro porto, così come chiediamo dall'inizio dell'emergenza Coronavirus. A Palermo - aggiunge Martello - dove i migranti di certo non arrivano autonomamente, c'è una nave di fronte al porto. Qualcuno mi spieghi - conclude Martello - perché ci si ostina a non voler assegnare una 'nave dell'accoglienza' a Lampedusa, che è il punto del Mediterraneo nel quale ce ne è più bisogno". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento