rotate-mobile

Il miracolo di Pasqua: empedoclino torna a respirare e lascia la Terapia intensiva Covid

Il 56enne istruttore di guida proseguirà la degenza a Malattie infettive dell'ospedale "Sant'Elia" di Caltanissetta: commozione ed applausi al reparto

La "guerra" è stata vinta. Almeno in questo caso, il fare fronte comune ha permesso d'assestare un colpo decisivo contro il Coronavirus. E quando il paziente, un cinquataseienne di Porto Empedocle, ha lasciato - questo pomeriggio - la Terapia intensiva Codiv è stato il momento della "festa" con sorrisi ed applausi, ma anche della grande commozione. E non soltanto per il ricoverato, ma anche per medici e infermieri che lo hanno accompagnato fuori dal reparto.

Coronavirus, contagi per residenti: Agrigento è penultima in Italia   

L'istruttore di guida empedoclino continuerà la sua degenza a Malattie infettive, sempre del "Sant'Elia" di Caltanissetta. Ma il peggio, adesso, sembra veramente essere passato. E per tutti, credenti o meno, quello di oggi è stato - al "Sant'Elia" di Caltanissetta - il miracolo di Pasqua. A Terapia intensiva Covid, il paziente: T. C. è stato ricoverato per una settimana. Sono stati somministrati i farmaci previsti dal protocollo che, in questo caso, hanno sortito ben presto un buon effetto tant'è che il cinquantaseienne è tornato a respirare autonomamente. 

(video concesso da Seguonews.it)

Video popolari

Il miracolo di Pasqua: empedoclino torna a respirare e lascia la Terapia intensiva Covid

AgrigentoNotizie è in caricamento