menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lillo Firetto

Lillo Firetto

Tutto pronto per la Fase 2? Firetto: "I Comuni non siano lasciati allo sbando"

"Non basta definire i confini e stabilire il ritorno al lavoro - continua -, servono mascherine, non soltanto quelle chirurgiche. Le fornisca il sistema sanitario o siano messe in commercio a prezzi accessibili a tutti"

"La riapertura o la ripresa graduale delle attività ha bisogno di chiarezza da parte di chi governa questo Paese". A lanciare l'allarme è il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto.

"Non basta definire i confini e stabilire il ritorno al lavoro - continua -, servono mascherine, non soltanto quelle chirurgiche. Le fornisca il sistema sanitario o siano messe in commercio a prezzi accessibili a tutti. Va sostenuta l'alternativa al trasporto pubblico in questa fase transitoria e per questo servono incentivi, soprattutto per i pendolari. Occorrono subito anche soluzioni valide per la cura dei bambini. Con le scuole chiuse - prosegue - occorrono soluzioni rapide per le famiglie in cui lavorano entrambi i genitori. Il Comune non sia lasciato allo sbando con prescrizioni dell'ultimo momento. Misure di prevenzione e soluzioni ai problemi siano chiare dal 4 maggio".

Già nei giorni scorsi il primo cittadino di Agrigento aveva invitato alla cautela, chiedendo che ripartenza fosse "lenta e condizionata a un sistema di regole che consenta: il controllo dell'epidemia con i test e con il distanziamento sociale; il tracciamento degli eventuali  positivi e la rilevazione digitale di immuni e non contagiati".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento