menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberta Tuttolomondo

Roberta Tuttolomondo

Estetisti e parrucchieri attendono la Fase 2, Tuttolomondo: "Nel frattempo dilaga l'abusivismo"

Il presidente di categoria di Cna denuncia: "In troppi continuano a lavorare in nero, con tanti rischi per l'incolumità pubblica"

Centri estetici, barbieri e parruchieri dovranno attendere ancora alcune settimane prima di poter tornare al lavoro, ma, nel frattempo, dilaga l'abusivismo.

"Le attività in regola continuano ad attendere indicazioni da parte del governo nazionale e regionale - spiega il presidente del settore Acconciatori ed estetiste della Cna di Agrigento, Roberta Tuttolomondo - mentre gli abusivi, in barba a lockdown, leggi, prescrizioni in materia di igiene, continuano a lavorare indisturbate ad Agrigento sfruttando l’assenza di controlli”.

Un danno significativo, perché lo stop in questo periodo dell'anno si traduce in perdite di sistema estremamente rilevanti. “Nella fascia che va da metà marzo e fino a giugno, si lavora in modo particolarmente intenso non solo per le cerimonie, ma anche per i trattamenti corpo, le depilazioni definitive e tutta una serie di trattamenti in vista dell’estate. Un’azienda, soprattutto di piccole dimensioni, in quel periodo mette da parte le risorse per affrontare le fasi di stanca dell’anno”.

Le strutture hanno tra l'altro già acquistato dispositivi di protezione individuale, materiali monouso e barriere paraschizzi e oggi, bene che vada, potranno usarli a fine mese.

Intanto però a lavorare senza particolari problemi sono coloro che non operano seguendo le regole.  "Abbiamo registrato una crescita significativa di coloro che lavorano in nero - dice Tuttolomondo -. Questi stanno letteralmente divorando le piccole aziende e non si nascondono nemmeno: molti pubblicizzano le proprie attività su Facebook. Inoltre c’è un’enorme richiesta, soprattutto in questa fase, nonostante vi siano significativi rischi per la salute pubblica non solo connessi al Covid".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento