Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Teatri chiusi e operatori dello spettacolo in ginocchio, Aronica: "C’è in gioco la vita dei nostri figli”

Dopo le recenti decisioni del governo, AgrigentoNotizie ha incontrato nel deserto teatro Pirandello l’attore Gaetano Aronica: "Non ce lo aspettavamo, speravamo tutti quanti di lasciarci alle spalle la primavera terribile del 2020”

 

La chiusura temporanea dei teatri mette in ginocchio gli operatori dello spettacolo che, nella prossima stagione, speravano di recuperare, almeno in parte, quanto perso durante i mesi del lockdown. Fino al 24 novembre, per effetto dell’ultimo Dpcm, tutti i teatri dovranno rimanere chiusi. AgrigentoNotizie ha incontrato il noto attore agrigentino Gaetano Aronica che nelle ultime stagioni ha anche presieduto la fondazione teatro “Luigi Pirandello” di Agrigento.

Conte firma il nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata l'ordinanza di Musumeci
Conte firma il nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata l'ordinanza di Musumeci

Un incontro avvenuto nel tempio dedicato al Nobel agrigentino insolitamente vuoto e con il palcoscenico serrato da una fredda saracinesca. “Non ce lo aspettavamo – dice amareggiato, ai microfoni di AgrigentoNotizie, Gaetano Aronica -  speravamo tutti quanti di lasciarci alle spalle la primavera terribile del 2020”.  L’attore protagonista di molte fiction di successo, senza tanti giri di parole, spiega quali potrebbero essere le conseguenze del nuovo stop imposto da Palazzo Chigi. “Significa essere nuovamente  in ginocchio – dice Aronica - significa aver alimentato speranze che purtroppo vanno ad infrangersi contro un muro invisibile che è quello di questo virus che non ci vuole abbandonare. Noi, categoria dello spettacolo, – aggiunge - non accettiamo di non poter continuare a lavorare  perché c’è in gioco la vita dei nostri figli e il nostro futuro, un’Italia che senza cultura sarebbe un Paese totalmente diverso. C’è gente – dice ancora Gaetano Aronica ad AgrigentoNotizie -  che fa veramente la fame. Tutto viene minato da questa pandemia che incombe dall’alto e blocca qualsiasi slancio perché non sappiamo mai se quello che diciamo sarà valido domani”. 

Wellness in lockdown, i titolari di due palestre: "Non tutti avranno la forza di ripartire”
Wellness in lockdown, i titolari di due palestre: "Non tutti avranno la forza di ripartire”

 

Potrebbe interessarti: https://www.agrigentonotizie.it/cronaca/coronavirus-dpcm-chiusura-palestre-crisi.html

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento