Cronaca

Coronavirus, il Comune: "Continuare a usare i mastelli, ma disinfettateli"

Nessuna modifica prevista alla raccolta, che oggi è sospesa unicamente per i casi accertati di Coronavirus e per coloro che si trovano in una situazione di autoisolamento

Nessuna possibilità di una eliminazione dell’uso dei mastelli per agevolare la raccolta differenziata in giorni di Coronavirus, anzi, una stretta sui controlli e contestualmente un invito a disinfettare in casa i contenitori per il recupero dei rifiuti.

A mettere la parola “fine” su ogni possibilità di una modifica all’attuale sistema di gestione della raccolta differenziata, sono gli stessi uffici comunali, interrogati dal consigliere comunale Marcella Carlisi, del Movimento 5 Stelle. Questa, nei giorni scorsi, aveva appunto scritto al dirigente del settore informandolo del fatto che “più persone hanno espresso il timore di contaminazione dei mastelli, esposti per ore al pubblico passaggio e manipolati dagli operatori che ne toccano a centinaia”.  In particolare i cittadini hanno “paura di riportare a casa i mastelli (oltre a dover uscire nuovamente per strada) e vorrebbero che si ricorresse solo a sacchetti”.

Casi positivi di Covid-19 e raccolta differenziata, il prefetto: "Lavoriamo per tutelare gli operatori ecologici"

“Si comprende la problematica sollevata, comune a tante altre medesime sollevate dai cittadini – rispose il dirigente Greco -. Il parere di chi vi scrive è quello di attenersi alle disposizioni dell'Assessorato all'Ecologia già esposte”, aggiungendo, a titolo di consiglio – probabilmente – che “buona norma igienica, da accentuare in questo periodo di crisi sanitaria, dovrebbe essere quella di conferire il rifiuto nei mastelli e successivamente pulire gli stessi con prodotti sanificanti come alcol o candeggina. I mastelli, a raccolta avvenuta, dovrebbero essere ritirati con l'uso di guanti usa e getta da eliminare successivamente nell’indifferenziata”.

Emergenza Covid-19, ecco come cambia la raccolta rifiuti urbana

Ad ogni modo, va precisato, al momento non è prevista alcuna effettiva modifica alla raccolta differenziata, che oggi è sospesa unicamente per i casi accertati di Coronavirus e per coloro che si trovano in una situazione di autoisolamento volontario. Questi utenti, infatti, non devono differenziare ed attuare alcune misure specifiche nella gestione dei rifiuti prodotti, al fine di tutelare gli operatori ecologici e gli altri cittadini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il Comune: "Continuare a usare i mastelli, ma disinfettateli"

AgrigentoNotizie è in caricamento