menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Coronavirus, è una domenica "speciale": nessun nuovo caso registrato in provincia

Sono infatti rimasti 71 (con 0 ricoverati, 65 guariti e 1 deceduto) i positivi registrati sul nostro territorio. Anche il report fornito dall'Asp traccia un quadro stabile: i casi complessivi rimangono infatti 127

Domenica serena per la provincia di Agrigento, sul fronte Covid-19.  Sono infatti rimasti 71 (con 0 ricoverati, 65 guariti e 1 deceduto) i casi registrati sul nostro territorio.

Nel frattempo i tamponi realizzati a livello regionale superano la soglia dei 100mila mentre i casi positivi si mantengono bassi. I dati riportati dalla Regione nel quotidiano bollettino per l'emergenza Coronavirus.

Dall'inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 102.403 (+855 rispetto a ieri), su 91.748 persone: di queste sono risultate positive 3.327 (+14), mentre attualmente sono ancora contagiate 2.069 (-11), 1.002 sono guarite (+25) e 256 decedute (0).

Degli attuali 2.069 positivi, 289 pazienti (-5) sono ricoverati - di cui 16 in terapia intensiva (-1) - mentre 1.780 (-6) sono in isolamento domiciliare.

Anche l'Asp conferma: nessun nuovo ammalato, ma non sono stati analizzati nuovi tamponi

Anche il report fornito dall'Azienda sanitaria provinciale traccia un quadro stabile sul fronte della diffusione del contagio: i casi complessivi rimangono infatti 127, senza nuovi guariti (che restano 87), ma è difficile che potessero esserci dati diversi, dato che non è stato acquisito l'esito di nessun tampone nella giornata di oggi.

Come leggere i numeri

I numeri vanno letti e interpretati, se si vuole davvero capire come evolve, in positivo o in negativo, un'epidemia. E si rischia di incorrere in particolare in un equivoco, che va spiegato. Quali sono i numeri che vanno analizzati per capire "come sta andando"? Sono prevalentemente due: i decessi, che sono il dato purtroppo più attuale e più correlabile quindi all'andamento della curva epidemica giorno dopo giorno. E poi il numero di casi totali, perché come detto è solo quello che dà conto di aumenti o diminuzioni nei contagi.

Ovviamente è molto importante per tutti anche il numero dei guariti, ma è un dato clinico, non epidemiologico: se ad esempio domani ci fossero 300 nuovi casi e guarissero tutti all'istante, facendo un'ipotesi estrema, pur essendo una splendida notizia non cambierebbe nulla sul piano della curva epidemiologica, che risulterebbe in salita di 300 casi.

Ecco perché il dato che più trae in inganno è quello degli "attualmente positivi". Molti fraintendendo lo considerano il numero dei nuovi contagiati del giorno, ma è evidente che non è così. Si tratta solo del "paniere" dei malati totali di Coronavirus a cui via via vengono sottratti i morti e i guariti. Dipende quindi non dal numero di persone che fisicamente il giorno prima sono state sottoposte a tampone e dichiarate positive, ma dagli altri due fattori, morti e guariti. Ed ecco perché si crea l'equivoco: se aumentano guariti e deceduti è inevitabile che calino gli "attualmente positivi", il che non vuol dire affatto che ci siano meno contagi oggi rispetto a ieri.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento