rotate-mobile
Cronaca

Covid, la fondazione Gimbe: "In Sicilia +36,4% di casi in una settimana"

Al momento nell'Isola 177 positivi ogni 100 mila abitanti. La situazione negli ospedali non desta preoccupazioni: sotto soglia di saturazione i posti letto in area medica (10%) e in terapia intensiva (5%)

Nella settimana dal 3 al 9 novembre in Sicilia si è registrata una performance in peggioramento per i casi attualmente positivi al Covid-19 per 100 mila abitanti (177) e si è evidenziato un aumento dei nuovi contagiati (+36,4%) rispetto alla settimana precedente.

Sono alcuni dei dati che emergono dal report settimanale della Fondazione Gimbe che analizza l'andamento dell'epidemia. Nell'Isola la situazione ospedaliera non desta preoccupazioni al momento: sotto soglia di saturazione i posti letto in area medica (10%) e in terapia intensiva (5%) occupati da pazienti Covid-19.

Ieri in Sicilia ci sono stati 572 nuovi casi, in Italia invece 7.891 contagi e 60 vittime per Covid. Il tasso di positività sale all’1,6%. Lombardia (1.073), Veneto (931) e Lazio (814) le regioni con il maggior numero di casi. Numeri in lieve aumento anche negli ospedali, ma davvero nulla di paragonabile a quanto sta accadendo, ad esempio, in Germania, dove sono stati confermati 40 mila contagi in 24 ore, la Baviera è in piena emergenza Covid e la linea morbida delle scorse settimane sarà rapidamente modificata. L'Italia è invece tutta in zona bianca.

Il passaggio dalla zona bianca a quella gialla avviene sulla base di tre parametri: l’incidenza settimanale di nuovi positivi deve superare i 50 casi ogni 100mila abitanti, il tasso di occupazione in area medica deve essere oltre il 15%, il tasso di occupazione in terapia intensiva deve essere oltre il 10%. L'impianto è stato confermato, e con una variante contagiosa come Delta il dato dell'incidenza schizza oltre 50 molto presto in caso di ripresa dell'epidemia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, la fondazione Gimbe: "In Sicilia +36,4% di casi in una settimana"

AgrigentoNotizie è in caricamento