Il Coronavirus colpisce pure un assessore: boom di positivi a Santa Margherita (+11), nuovi casi a Racalmuto, Naro e Realmonte

Un componente della giunta di Sambuca ha annunciato su facebook: "Al momento non ho particolari sintomi". Falso allarme in una casa di riposo di Montevago dove sono tutti negativi. Contagi anche ad Aragona, San Giovanni Gemini

(foto ANSA)

Naro, Santa Margherita di Belìce, Racalmuto, Realmonte, San Giovanni Gemini, Sambuca, Licata, Favara, ma anche la piccola Camastra che è passata a ben 13 casi e Montevago che non è più Covid-free. E non solo perché sul bollettino Asp dei dati epidemiologici ieri sera (è stato fornito stamani dall'azienda sanitaria provinciale) risultavano essere stati caricati 3 casi. Casi che in realtà, per come spiegato dal sindaco Margherita La Rocca Ruvolo, si riferiscono sì a residenti a Montevago, ma a persone domiciliate a Santa Margherita di Belìce. Montevago non è più Covid-free perché, alle 13 circa, è arrivata, proprio al sindaco, la comunicazione di due tamponi positivi. Un nuovo contagio anche ad Aragona. 

Seconda ondata di contagi da Covid-19, ecco i paesi dove il virus non è mai arrivato o si è già estinto

Naro raggiunge quota 24

Quattro nuovi contagi a Naro che passa da 20 a 24. Ben 39 le persone poste in quarantena e due i pazienti guariti. 

Ancora contagi a Sambuca 

"Cinque persone sono guarite dal Covid. Domani sarà notificato ai soggetti interessati la sospensione della permanenza domiciliare. In via ufficiosa, sappiamo che ci sono tanti guariti e qualche altro caso positivo, tra cui anche un altro assessore della mia Giunta" - ha reso noto il sindaco Leo Ciaccio - . 

+11 a Santa Margherita di Belìce

"Quattro guarigioni e undici nuovi casi di positività. Si tratta - ha spiegato il sindaco Franco Valenti - di una 85enne, un uomo di 58 anni, una ragazza di 14 appartenenti a nucleo familiare di persona già positiva, riconducibile a comunità alloggio Pitagora. Ed ancora due ragazze rispettivamente di anni 20 e 15 appartenenti a nucleo familiare di persona già positiva; una 28enne appartenente a nucleo familiare di persona già positiva, riconducibile a comunità alloggio Pitagora; un bambino di anni 7 appartenente a nucleo familiare di persona già positiva, riconducibile a comunità alloggio Pitagora; un 51enne appartenente a nucleo familiare di persona già dichiarata positiva; un 24enne, un 61enne e una 53enne appartenenti allo stesso nucleo familiare. Ho ricevuto comunicazione ufficiale della guarigione di 4 ciittadini: signore di anni 78, signora di anni 53, ragazza di anni 13 e bambina di anni 6. Attualmente sono 51 i cittadini positivi al Covid-19, sono 6 i cittadini che si trovano ricoverati presso strutture ospedaliere e 45 quelli che si trovano in permanenza domiciliare per isolamento con sorveglianza attiva".

+4 a Racalmuto

"Altri quattro casi di contagio da Covid-19 a Racalmuto. Si tratta di persone appartenenti allo stesso nucleo familiare, sono asintomatici ed essendo legati ad un caso precedente si sono volontariamente messi in isolamento da molti giorni. Dei precedenti casi ho avuto notifica di una guarigione mentre altri hanno effettuato il tampone e sono in attesa dell’esito - ha reso noto il sindaco Vincenzo Maniglia - . Ad oggi i positivi da coronavirus sono saliti a 11 di cui 2 guariti e 2 in attesa di esito tampone. I soggetti in isolamento volontario e obbligatorio sono 20".

Aragona torna a quota 10

"A fronte di un nuovo caso positivo al Covid-19, registriamo un guarito" - ha annunciato il sindaco Peppe Pendolino - . Aragona è a quota 10 contagiati. Ben 27 invece i guariti. 

San Giovanni Gemini è a 7

"Sale a 7 il numero totale di contagiati e c'è un cittadino guarito. Esortiamo, ancora una volta, a rispettare alla lettera le norme previste per contenere i contagi" - è stato reso noto dal Comune.

Realmonte, due nuovi positivi

"E' pervenuta comunicazione da parte dell' Asp in ordine alla positività di due persone facenti parte degli stessi nuclei familiari già attenzionati. Stanno tutti bene, sono in isolamento e stanno osservando tutte le norme previste". L'annuncio è del sindaco di Realmonte, Sabrina Lattuca. In tutto, quindi, i casi confermati sono 4. "Nessun nuovo focolaio è presente nel nostro comune", precisa il sindaco.

Aumentano i contagi a Camastra

Due nuovi casi, passando da 11 a 13 contagi, si sono registrati nella piccola Camastra dove crescono anche le persone poste in quarantena. Da 7 sono infatti passati a 9 i cittadini che sono in isolamento domiciliare precauzionale. 

Licata è a quota 58

Fra i 4 nuovi contagiati c'è anche uno studente tredicenne. Positivo al tampone un pensionato di 73 anni, un 33enne e una 43enne. "Con le comunicazioni odierne dell’Asp di Agrigento sale a 58 il numero delle persone che risultano attualmente positive a Licata" - hanno reso noto dal comando della polizia municipale - .

Più positivi a Favara

"Ieri sera ne sono stati notificati altri 4 e oggi mi hanno dato notizia di altri positivi, ma non riesco a raggiungere un numero complessivo di contagi sul nostro territorio - ha spiegato il sindaco Anna Alba - . La situazione è molto delicata, il numero dei contagi fa crescere naturalmente il rischio di essere infettati". 

Coronavirus: morto un agrigentino ricoverato a Canicattì, scuole chiuse e focolaio in una casa famiglia

Montevago non è più Covid-free

"Alle 13 è arrivato un nuovo bollettino dell'Asp di Agrigento che ha comunicato 2 casi positivi di residenti e domiciliati. Si tratta di una coppia - ha spiegato il sindaco Margherita La Rocca Ruvolo - , stanno bene e continueranno la quarantena fino a quando il prossimo tampone non risulterà positivo". C'è però una buona notizia. I diciassette anziani e i dieci operatori della casa di riposo "La Grande quercia" sono risultati tutti negativi. L'allarme era scattato dopo che una operatrice era risultata positiva al sierologico salvo poi l'esito negativo del tampone.

Montevago non ci sta, il sindaco: "Da noi nessun caso di Covid, abitano altrove"

La tragedia di Gela

Una madre e un figlio sono morti nel giro di pochi giorni. E adesso anche il padre è ricoverato in Rianimazione, all'ospedale San Giovanni Di Dio di Agrigento. Madre di 72 anni e figlio di 50 erano invece ricoverati all'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. La donna era stata ricoverata il 23 ottobre, poche ore dopo in ospedale era arrivato anche il figlio. Entrambi avevano una polmonite interstiziale da Covid-19 severa. Inevitabile il ricovero in Rianimazione e l'intubazione. Poi le condizioni sono precipitate ulteriormente, fino a portare la donna al decesso il 31 ottobre. Ieri sera stessa drammatica sorte anche per il figlio che è deceduto poco dopo le 23. Infine pochi giorni fa è stato ricoverato anche il padre, che già soffriva di altre gravi patologie e che adesso lotta tra la vita e la morte da solo in un letto di ospedale.

(Aggiornato alle ore 22,05)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento