Coronavirus, 23 contagi a Palma che arriva a 84 positivi: il sindaco chiude tutto

Castellino lancia un altro appello: "La situazione rischia di diventare drammatica". Il capoluogo è arrivato a 75 casi, Licata torna a 76 e San Biagio è a 50

(foto archivio Citynews)

I guariti ci sono. E sono anche tanti giornalmente. Ma purtroppo non si fermano i contagi che, in alcune realtà della provincia, hanno raggiunto numeri allarmanti. E talvolta riguardano, ancora, in un modo o nell'altro, le scuole. Così ad Agrigento, ad esempio, è stata chiesta la sanificazione di alcuni plessi, mentre a Licata gli alunni sono rientrati oggi in classe. Occhi puntati anche su una scuola elementare di Racalmuto. Mentre il sindaco di Palma di Montechiaro ha già deciso per la chiusura della scuola dell'infanzia e lo stop al mercatino settimanale. Ancora niente mercato, inoltre, a Canicattì. 

Agrigento è a 75

In totale sono 75 i casi in città. Di questi 67 sono nel proprio domicilio e 8 sono invece ricoverati all’ospedale San Giovanni di Dio. La buona notizia è che oggi si registrano anche quattro guariti. Lo ha reso noto il sindaco Franco Micciché. 

+23 a Palma che arriva a 84

"Evitiamo che diventi una situazione drammatica". E' questo l'appello lanciato dal sindaco di Palma di Motenchiaro, Stefano Castellino. Sale il bilancio delle persone contagiate nella città del Gattopardo. Sono 23 le nuove persone positive al Covid 19.  Il bilancio parla di 84 persone che hanno contratto il virus.  "Ormai la situazione è preoccupante. C'è troppa superficialità e menefreghismo - ha detto il sindaco - . Alcuni dei nostri positivi sono ricoverati a causa di Covid 19. "Non uscite di casa, tranne per motivi di assoluta necessità". Castellino oltre a sospendere la scuola dell'infanzia negli istituti pubblici e privati, ha confermato la didattica a distanza per tutte le scuole di ogni ordine e grado. Interdette altre 5 zone. Le prime aree 5 aree interdette sono state: piazza Borsellino ed aree adiacenti; piazza Giulio Tomasi; via Calamandrei; via Lombardia; via Alpi e via Nebrodi. Adesso sono state invece interdetti il lungomare Todaro e piazza Crucilli; piazzale Castello; piazza Bonfiglio, via Calatafimi; piazza Cesare Battisti e piazza Matteotti. Sospeso, fino al 3 dicembre, il mercato settimanale.

Canicattì scende a 162

"L'Asp ci ha comunicato l'avvenuta guarigione di 7 nostri concittadini che finalmente, dopo tanti giorni di isolamento domiciliare, possono riprendere la 'normalità' quotidiana. Mentre la stessa Asp, sempre nella giornata odierna, non ha comunicato nessun nuovo positivo - ha detto il sindaco Ettore Di Ventura - . L'auspicio è che si possa presto invertire il trend di forte incremento del numero dei contagi nella nostra città. Anche se è evidente che nei prossimi giorni ci verranno comunicati altri soggetti positivi al Covid-19".

Aragona è a quota 36

"Oggi registriamo +4 nuovi casi di soggetti positivi al Covid-19. Per fortuna nessuno degli attuali positivi ha fatto ricorso a cure ospedaliere, stanno tutti attraversando questo brutto periodo presso le proprie abitazioni. Saliamo così a quota +36. I numeri purtroppo parlano chiaro!" - ha detto il sindaco Peppe Pendolino - . 

Guarigioni a Santa Margherita di Belìce 

"Quattro guarigioni. Si tratta di signore di anni 50 e 51, di una giovane di 23 anni e una ragazzo di 18" - ha reso noto il sindco Franco Valenti - . 

Il virus non molla a Sambuca

"Cinque guariti e un nuovo positivo al Covid. Si tratta di una signora di 33 anni, già in quarantena da giorni, alla quale è stato notificato l’obbligo di permanenza domiciliare - ha detto il sindaco Leo Ciaccio - . Siamo ancora in attesa delle notifiche, da parte dell’Asp, della fine dell’isolamento domiciliare di tanti nostri concittadini guariti". 

Licata + 7 positivi

Sale il bilancio dei positivi anche a Licata. Secondo quanto fatto sapere dal sindaco le persone positive al Coronavirus sono in tutto 76. "L’Asp ha comunicato - si legge in una nota -  7 casi di accertata positività al coronavirus".

San Biagio Platani è a 50 positivi 

Aumentano ancora i casi (+2) di Covid-19 nella piccola San Biagio Platani che è arrivata ad un totale di 50 positivi, dove ci sono 5 persone ricoverate in ospedale e dove ci sono anche ben 30 casi clinici sintomatici in corso d'accertamento. A renderlo noto è la commissione straordinaria che governa il paese.

Licata scende a 69 

A Licata invece, per fortuna, continuano ad arrivare le buone notizie. Altri tre guariti hanno fatto scendere - secondo quanto rende noto il comando della polizia municipale - il numero degli attuali positivi a 69.

Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 1669 i positivi (+118) e cinque nuove vittime

+7 a Campobello, ma non è finita

A Campobello invece sono stati notificati, ieri sera, ben 7 casi: "Erano in isolamento da diversi giorni e stanno tutti bene - ha spiegato il sindaco Gianni Picone - . Complessivamente abbiamo 24 contagiati". Ma non è finita. Secondo quanto annuncia il sindaco, infatti, "ci sono altri casi positivi che l'Asp deve notificare e anche qualche guarigione. La situazione si complica ogni giorno di più perché i casi aumentano e riguardano diversi focolai". 

Coronavirus: nuova impennata di contagi a Canicattì (169 casi), un morto a Camastra: è un 78enne

Sanificazioni e stop vari

Mentre a Naro, da stamattina, è in corso la sanificazione del palazzo di città e del cimitero, ad Agrigento è stata chiesta la sanificazione della succursale del "De Cosmi" di piazza del Vespro e della succursale di via degli Eucalipti. A chiederlo al Comune è stato il dirigente scolastico. E lo ha fatto in considerazione "dei casi di positività al Covid-19 registrati e dalla frequentazione di alunni che hanno rapporti di parentela con bambini del plesso centrale oltre che in essa prestano servizio docenti a scavalco in entrambe le sedi". Intanto, oggi, gli alunni di materna, elementare e media di Licata sono tornati in classe. Il Comune aveva chiuso le scuole lo scorso  12 novembre (Leggi l'articolo). 

(Aggiornato alle 23)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento