menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Seconda ondata del Covid, alcuni sindaci chiudono i cimiteri: ecco dove

Stop alle visite, in occasione del ponte di Ognissanti, ad Agrigento, Ravanusa, Favara e Canicattì, Licata. Ingressi contingentati a Racalmuto e Porto Empedocle

C'è chi ha già deciso - a causa del vertiginoso aumentare dei contagi da Covid-19 - di sbarrare gli ingressi dei cimiteri in occasione di Tutti i Santi. Chi invece pensa - ed ha già dato disposizioni in tal senso - ad ingressi contingentati e chi, infine, ancora non ha dato indicazioni certe. Anche i sindaci dell'Agrigentino sono alle prese con il tentativo di evitare assembramenti nei giorni che vanno dal 31 ottobre al 2 novembre. Il prefetto Maria Rita Cocciufa ha chiesto a tutti i sindaci "una valutazione ponderata e di valutare l'opportunità di estendere gli orari di apertura giornaliera e di prevedere la chiusura nella giornata di giorno 2". Ma ha chiesto anche di "prevedere puntuali servizi di vigilanza e controllo a cura della polizia locale con il supporto, per la circostanza, delle associazioni di volontariato". C'è già stata una riunione tecnica di coordinamento delle forze di polizia per la gestione del prevedibile movimento di persone e veicoli in occasione di giorno 1 e 2 novembre ed è stata anche concordata ogni possibile intensificazione dei servizi di vigilanza.

Ecco un primo punto della situazione. 

Cimiteri chiusi ad Agrigento

I cimiteri resteranno chiusi nei giorni 1 e 2 novembre. Non ci sarà, naturalmente, la tradizionale messa tenuta dal cardinale Francesco Montenegro. I cimiteri saranno aperti al pubblico, nei giorni non soggetti all’ordinanza, dalle ore 7 alle ore 18. "Si tratta – dichiara il sindaco Miccichè - di un sacrificio che chiediamo alla cittadinanza al fine di evitare pericoli maggiori in questo periodo in cui si presenta una recrudescenza dei contagi per Covid-19. Siamo certi che la popolazione comprenderà la nostra decisione".  

Sciacca, camposanto aperto con orario continuato 

Apertura del cimitero comunale di Sciacca, con orario continuato, dalle 8 alle 17, fino al 5 novembre. Lo ha stabilito il sindaco Francesca Valenti che ha ritenuto opportuno garantire il diritto dei cittadini alla visita dei propri cari defunti. E' stato deciso dunque di procedere in modo che le presenze, all'interno del cimitero, vengano diluite nelle giornate precedenti e successive alle giornate dell’1 e 2 novembre. L’invito ai cittadini è quello di non concentrare le visite per le ricorrenze tradizionali di Tutti i santi e commemorazione dei defunti - ha lanciato un appello Valenti - e di rispettare il distanziamento interpersonale e il divieto di assembramento e di indossare la mascherina. 

Sindaco di Naro va al cimitero al posto di tutti

Firmata l’ordinanza di chiusura del cimitero comunale dal 31 ottobre al 2 novembre. "È stata una scelta a cui ho pensato tanto, ma è stata inevitabile - ha detto il sindaco Maria Grazia Brandara - . Non possiamo permetterci né di sfidare la sorte, né tantomeno questo maledetto virus. Pensate a cosa significherebbe ritrovarsi decine di persone positive al Covid-19 nella nostra città. Mi recherò al cimitero personalmente a nome di voi tutti. Gli unici che saranno autorizzati ad entrare nel camposanto saranno i fiorai. Vi chiedo di non creare assembramenti nei giorni precedenti o successivi a quelli in cui il cimitero rimarrà chiuso. Non uscite di casa se non per ragioni strettamente utili o di lavoro".

Cimitero chiusi a Canicattì

"A malincuore - dice Ettore Di Ventura -  ho dovuto emettere questa ordinanza dopo aver valutato che nei giorni del 31 ottobre, 1 e 2 novembre si prevede una consistente concentrazione di persone che si recheranno al cimitero comunale per commemorare i propri defunti". 

Cancelli chiusi a Palma di Montechiaro

Cimitero chiuso dal 30 ottobre al 3 novembre. A firmarla, dopo che da giorno 13 lo aveva già annunciatgo, è stato il sindaco Stefano Castellino. 

Cimiteri chiusi anche a Licata

Coronavirus, il Comune ha deciso: cimiteri chiusi e mercati sospesi

Il Comune di Licata ha deciso: cimiteri chiusi. In prima battuta, l'amministrazione comunale - sindaco Pino Galanti in testa - avevano preso un po' di tempo per analizzare la situazione e decidere. Adesso (lunedì 26 ottobre, ore 13) è arrivata la decisione: da giorno 31 ottobre, fino a giorno 2 novembre, il campo Santo rimarrà chiuso. E’ ciò che ha deciso il sindaco di Licata, Giuseppe Galanti.  Sospesi anche i mercatini infrasettimanali.

Cimitero chiuso a Ravanusa

"Per evitare rischi di assembramenti e di contagio - fanno sapere dal Comune - abbiamo deciso di chiudere il cimitero di Via Olimpica da venerdì 30 ottobre a martedì 3 novembre".

Ingressi contingentati a Racalmuto 

Dal 26 al 31 ottobre, ha stabilito il sindaco Vincenzo Maniglia, si potrà procedere alla pulizia delle tombe e alla predisposizione degli addobbi floreali. Nei giorni 1 e 2 ottobre gli ingressi ai cimiteri saranno contingentati con brevi visite da 30 minuti. L'ingresso avverrà solo dal cancello principale e i visitatori saranno sottoposti alla misurazione della temperatura. Obbligatorio l'uso della mascherina e del distanziamento sociale.

Grotte, massimo 100 per turno

"Dal 29 ottobre al 2 novembre, i cimiteri resteranno aperti - con orario continuato - dalle 8 alle 17,30. L'ingresso sarà consentito solo alle persone munite di mascherine. Vi è l'obbligo del rispetto del mantenimento della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro - ha ricordato il sindaco Alfonso Provvidenza - e il divieto di ogni forma di assembramento. L'ingresso sarà consentito per un massimo di 100 persone contemporaneamente e per un massimo di 60 minuti".

Chiuso il cimitero di Favara

"Sarà chiuso il 31 ottobre, l'1 e il 2 novembre - ha reso noto il sindaco di Favara, Anna Alba, - . Verrà concesso di accedere solo se ci saranno funerali. Il cimitero sarà chiuso anche i giorni festivi e la domenica, fino al 13 novembre. Possiamo stringerci ai nostri defunti con la preghiera. Predisposta però anche la chiusura di ville e giardini".    

Porto Empedocle, si entra 100 alla volta

Il sindaco di Porto Empedocle, Ida Carmina, ha disposto l'apertura dei cimiteri, dal 28 ottobre al 9 novembre, tutti i giorni, dalle 8 alle 18. Sono state, inoltre, stabilite alcune regole che prevedono, in particolare, l'accesso in modo contingentato, per un numero massimo di 100 persone per volta, indossando correttamente la mascherina e mantenendo la distanza di un metro, e per un tempo massimo di 30 minuti per persona.  "Si invita, infine, la cittadinanza ed i visitatori della struttura cimiteriale, al fine di evitare assembramenti - è l'appello del sindaco -, a recarsi al cimitero nei giorni precedenti o successivi ai giorni 1 e 2 novembre".

                                 

(Aggiornato il 28 ottobre alle ore 16,05)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento