menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, in Sicilia i nuovi contagi sono 799 (+118 in provincia): i ricoveri tornano sopra quota mille

Su oltre 23 mila tamponi processati il tasso di positività si assesta al 3,4%. In ospedale ci sono 1009 persone: 876 in regime ordinario e 133 in terapia intensiva. Su anche i decessi: 24

Nuovi casi in lieve calo in Sicilia rispetto a ieri, con un numero di tamponi comunque alto nonostante la domenica. Ma già da un paio di giorni si assiste a un preoccupante aumento dei ricoveri che hanno superato quota mille. Questo quanto emerge dal bollettino giornaliero sull'emergenza Covid diramato dal ministero della Salute. Sull'Isola i nuovi positivi sono 799 (ieri 953) su 23.280 tamponi processati, dunque il tasso di positività è del 3,4% (ieri era al 3,8%).

La situazione negli ospedali. I ricoveri ordinari passano a 876 (+32 rispetto a ieri), mentre in terapia intensiva ci sono altri 133 pazienti (+4) con sette nuovi ingressi. In aumento pure i decessi, che nell'ultimo giorno sono 24. I guariti sono 358, mentre gli attuali positivi sono in aumento e arrivano fino a 17.417 (+417). Di questi 16.408 sono in isolamento domiciliare. 

Poco meno della metà dei contagi sono stati individuati in provincia di Palermo (389). Gli altri sono a Catania (75), Messina (51), Siracusa (58), Trapani (20), Ragusa (15), Caltanissetta (48), Agrigento (118), Enna (25).

Musumeci: "Vaccino? Aspetto il mio turno..."

"Non mi sono ancora vaccinato: aspetto il mio turno. Quando mi chiameranno porro' il mio braccio", questo quanto ha affermato il presidente della Regione Nello Musumeci, nel corso di "Oggi è un altro giorno", su Rai 1. "Per quanto riguarda la vaccinazione nelle isole minori - ha spiegato Musumeci - abbiamo una strategia: vorremmo iniziare la somministrazione del vaccino anti-Covid sia agli abitanti che agli operatori turistici. L'isola, di per sè, è un luogo più sicuro e meno esposto alla pandemia, inoltre c'è bisogno di iniziare a lavorare prima che si entri nella stagione turistica vera e propria. Aspettiamo l'autorizzazione da parte del commissario nazionale per l'emergenza per potere avviare la somministrazione nelle piccole isole: appena avremo il disco verde partiremo. Da parte del generale Figliuolo c'è stato l'impegno a mandare in Sicilia 110 mila vaccini contro il Covid-19 dopo Pasqua: spero che possa essere mantenuto per mettere in condizione i nostri hub vaccinali nelle condizioni di lavorare giorno e notte".

Su chiusure e ristori. "Abbiamo la necessità - ha aggiunto il governatore - di dovere leggere i dati e in base a questi decidere cosa fare. Salvini si rende interprete di una forte esigenza da parte del tessuto imprenditoriale: se arrivassero sostegni concreti e abbondanti da Roma non ci sarebbe bisogno di fare fretta nelle riaperture, ma se i sostegni non arrivano o arrivano le briciole, allora qualcuno dovrà provvedere per consentire agli imprenditori e ai lavoratori di andare avanti. Oggi, nel corso della Conferenza Stato-Regioni, chiederò al presidente Draghi di poter accelerare la corresponsione dei sostegni al tessuto imprenditoriale che - conclude - soprattutto nel sud, è particolarmente in ginocchio".

La situazione nel resto d'Italia

Sono 12.916 i nuovi casi di covid 19 riscontrati oggi in Italia dopo aver analizzato 156.691 tamponi, con l'indice positività all'8,2%. Nelle ultime 24 ore si registrano altri 417 morti, che portano il totale delle vittime da inizio pandemia a 108.350. Salgono ancora i ricoveri in terapia intensiva, dove ci sono ora 3.721 persone (+42 da ieri) e 192 sono gli ingressi di oggi. 2.870.614 sono guariti in totale (+19.725), 565.993 gli attualmente positivi (-7.242). Questi i dati del bollettino odierno sui contagi covid elaborati dal ministero della Salute, consultabili anche sul sito della Protezione civile. Mentre il governo Draghi lavora al prossimo decreto, quello relativo alle regole post-Pasqua, il mondo scientifico si interroga sulle origini del coronavirus che ha messo in ginocchio il mondo intero.

Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Palermo e in Sicilia: il bollettino del 29 marzo 2021
 

  • Attualmente positivi: 565.993
  • Deceduti: 108.350 (+417)
  • Dimessi/Guariti: 2.870.614 (+19.725)
  • Ricoverati: 32.884 (+504)
  • Ricoverati n Terapia Intensiva: 3.721 (+42)
  • Tamponi: 49.249.985 (+156.692)
  • Totale casi: 3.544.957 (+12.916, +0,37%)
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento