rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Coronavirus: 574 nuovi positivi sull'isola (22 in provincia) e 10 vittime

Passano a 619 i ricoverati in ospedale con un incremento di 26 ricoveri rispetto a ieri. Di questi 77 si trovano in terapia intensiva, 5 in più rispetto alle precedenti 24 ore

Sono 574 (ieri erano stati 362) i nuovi positivi al Covid19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore. Salgono così a 7.497 gli attuali contagiati e passano a 619 i ricoverati in ospedale con un incremento di 26 ricoveri rispetto a ieri. Di questi 77 si trovano in terapia intensiva, 5 in più rispetto a ieri, mentre sono 542 i ricoveri in regime ordinario, 21 in più di ieri. Sono 6.878 le persone in isolamento domiciliare. I tamponi eseguiti sono 8.131. Anche oggi si registrano nuove vittime, 10 decessi (3 ieri) che portano il totale a 378.

I guariti sono 86. Sul fronte della distribuzione territoriale sono 202 a Catania e 137 i nuovi casi a Palermo; 62 a Trapani; 44 a Ragusa; 35 a Siracusa; 28 a Messina e 28 anche a Enna; 22 ad Agrigento; 16 a Caltanissetta. 

Coronavirus, positivi due studenti e una insegnante del "Politi": due classi in quarantena

Oggi si registra un dato importante, il più alto dall'inizio della pandemia. Sull'isola non sono stati, infatti, mai così tanti i tamponi processati in 24 ore: ben 8.131 (ieri erano 3.252). E' quanto emerge dal bollettino diffuso oggi dal ministero della Salute.

Tamponi rapidi: già individuati mille positivi

In tutta l'Isola, al momento, circa un migliaio i casi di positività al Coronavirus rintracciati attraverso l’impiego dei cosiddetti tamponi rapidi, già in uso da alcune settimane. La Sicilia è stata infatti tra le prime regioni a dotarsi di una fornitura di due milioni di test messi a disposizione delle nove aziende sanitarie provinciali e delle strutture ospedaliere. I tamponi rapidi vengono già utilizzati per tutte le azioni di contact tracing delle Usca (scuole, ricerca e tracciamento dei cluster, focolai nelle zone rosse, etc)  negli aeroporti internazionali, nei pronto soccorso e in altri reparti e a bordo dei mezzi in uso al personale dell’emergenza-urgenza. I tamponi rapidi sono stati già adoperati nella campagna attiva gratuita sulla popolazione di Lampedusa e Linosa. Va ricordato che, come da protocollo, i casi positivi rintracciati mediante i test rapidi devono essere poi confermati dal tampone molecolare e solo dopo inseriti nei report dell'Istituto superiore di Sanità per il consueto bollettino quotidiano nazionale. I tamponi rapidi, ad oggi, infatti non sono conteggiati nel rapporto diffuso giornalmente dal ministero della Salute, se non convalidati proprio dal test molecolare.bollettino covid-2

Il dato nazionale

Il nuovo bollettino coronavirus del Ministero della Salute di oggi martedì 20 ottobre 2020 conferma il preoccupante trend in costante aumento del numero dei nuovi casi di positività al Sars-Cov-2 che hanno portato il numero dei pazienti Covid a oltre quota 142mila attualmente positivi, livelli mai raggiunti durante la prima ondata. Solo oggi si registrano 10.874 nuovi casi su 144.737 tamponi. Quanto alle regioni, in Lombardia si registrano 2.023 nuovi casi, in Piemonte 1.396, in Campania 1.312 e nel Lazio 1.224 nuovi casi.

Coronavirus, boom di ricoveri

Negli ospedali sono state ricoverate 778 persone nelle ultime 24 ore (ieri 500) mentre nelle terapie intensive si trovano 870 persone in condizioni critiche (+73). Quello di oggi è il maggiore aumento delle occupazioni delle terapie intensive dal 30 marzo quando aumentarono di 75 ed anche il maggiore aumento dei ricoveri dal 27 marzo quando aumentarono di 1276. Se il trend prosegue, giovedì o al massimo venerdì avremo superato il numero di persone ricoverate in terapia intensiva dell'11 marzo (giorno del lockdown nazionale), cioè 1.028.

infografica regione-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: 574 nuovi positivi sull'isola (22 in provincia) e 10 vittime

AgrigentoNotizie è in caricamento