Coronavirus, seconda giornata con oltre mille positivi in Sicilia (8 in provincia) e 18 morti

Alto numero di tamponi processati sull'Isola nonostante il giorno di festa: 8.034 (12,7% i positivi). I ricoverati con sintomi diventano 1.025. Sono 142 invece i pazienti in terapia intensiva: occupato il 19% dei posti disponibili. I guariti sono 266

Resta sopra mille (1.024) la quota dei nuovi contagi da Coronavirus in Sicilia, anche perchè nonostante oggi sia lunedì il numero dei tamponi processati stavolta è in linea con gli altri giorni della settimana: 8.034 (12,7% i positivi). Purtroppo si registra un altro numero di vittime, 18. Mentre in Italia invece i nuovi contagi sono in netto calo rispetto a ieri: poco oltre i 22 mila, ma con un numero di tamponi di molto inferiore. Ma ci sono altri 233 morti.

Sforano sopra i mille anche i ricoverati con sintomi sull'Isola, che diventano 1.025 (+26 rispetto a ieri). A questi vanno sommati i 142 pazienti positivi al Covid finiti in terapia intensiva (+10 rispetto a ieri). In Sicilia in totale sono 738 i posti letto attivi o attivabili di terapia intensiva, al momento i malati Covid ne impegnano il 19%. Al momento si è dunque lontani dalla "fatidica" soglia del 30%, ma siamo solo all'inizio di novembre. Altre regioni (Toscana, Campania, e Piemonte) stanno messe peggio ma altre (Veneto, Basilicata e Calabria) molto meglio. 

I guariti sono 266, quindi il conto degli attuali positivi sale a 16.064 con 14.897 asintomatiche o con sintomi lievi costrette in casa con il virus. Oggi - secondo il ministero della Salute - il numero maggiore di casi si è registrato nella provincia di Catania (258), poi a Ragusa (249), Palermo (209), Siracusa (174), Messina (92), Caltanissetta (19), Trapani (15) e Agrigento (8)

Coronavirus, sfondato il tetto dei 1.000 contagiati in Sicilia: 110 nell'Agrigentino

Coronavirus, la situazione nel resto d'Italia

Sono 22.253 i nuovi contagi di Coronavirus resi noti oggi in Italia, secondo il ministero della Salute. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 233 morti, che portano il totale a 39.059 dall'inizio dell'epidemia. I pazienti in terapia intensiva sono 2.022, in aumento di 83 rispetto a ieri. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 135.731 tamponi (ieri erano 183.457). La Lombardia è la regione con l'incremento più alto di nuovi positivi (5.278 in più da ieri), seguita dalla Campania con 2.861.

Coronavirus, il bollettino di oggi

Attualmente positivi: 396.512
Deceduti: 39.059 (+233)
Dimessi/Guariti: 296.017 (+3.637)
Ricoverati: 21.862 (+1.021)
Ricoverati in Terapia Intensiva: 2.022 (+83)
Tamponi: 16.103.649 (+135.731)
Totale casi: 731.588 (+22.253, +3,14%).

Bollettino 2 novembre-2

Il nuovo Dpcm di novembre, coprifuoco in tutta Italia

Il nuovo Dpcm di Giuseppe Conte e Roberto Speranza arriverà oggi o più probabilmente domani e porterà con sé il coprifuoco ma non più alle 18 nelle zone rosse del paese ma alle 21 in tutta Italia e fino al 4 dicembre. Questa è l'ultima mediazione sul lockdown prossimo venturo tra il governo e le Regioni sulla stretta che il presidente del Consiglio intende illustrare già oggi alla Camera. E proprio stamattina la sottosegretaria al ministero del Lavoro Francesca Puglisi conferma: ''Il nuovo Dpcm prevederà un coprifuoco alle 21 su tutto il territorio nazionale''. Il coprifuoco alle 21 è stato confermato anche stamattina nella riunione del premier con i capidelegazione (Vai all'articolo completo).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, nel "valzer" di guarigioni e nuovi contagi c'è una nuova vittima: è un grottese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento