menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Coronavirus, in Sicilia altri 672 casi in 24 ore (+63 in provincia): cala leggermente la pressione sugli ospedali

E' il quadro che emerge dall'ultimo bollettino del ministero della Salute. Ci sono altre 18 vittime, ma anche 813 guariti. I tamponi processati sono stati 23.638 (contando sia i molecolari sia i rapidi) con un tasso di positività del 2,8%

Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Palermo e in Sicilia: il bollettino dell' 11 marzo 2021
Un lieve calo dei nuovi casi di Covid accertati in 24 ore in Sicilia, ma un altrettanto lieve incremento delle vittime. E' il quadro che emerge dall'ultimo bollettino del ministero della Salute relativo alla pandemia nel giorno in cui scoppia il timore per i vaccini AstraZeneca dopo la somministrazione di un lotto da parte dell'Aifa per "gravi reazioni". I nuovi positivi accertati sono 672 (ieri 695) mentre le vittime sono 18 (ieri 15).  I tamponi processati sono stati 23.638 (contando sia i molecolari sia i rapidi) con un tasso di positività del 2,8%. Ieri sfiorava il 2,9%.

I ricoverati con sintomi in regime ordinario salgono ancora, passando dai 667 di ieri ai 671 di oggi. In Terapia intensiva ci sono cento pazienti, mentre ieri erano 108. Tre i nuovi ingressi. Complessivamente quindi nei nosocomi dell'Isola ci sono 771 pazienti con il Covid, ieri erano 775. Sono scese a 12.751 le persone in isolamento domiciliare. Il totale degli attuali positivi è di 13.522, 159 in meno di ieri.  

La concentrazione dei nuovi casi diagnosticati vede sempre in testa Palermo con 263 positivi. A Catania sono 143; a Messina 51; Siracusa 27; Trapani 39; Ragusa 32; Caltanissetta 51; Agrigento 63; Enna 3.

In Sicilia la produzione dei vaccini contro il Covid?

Il governatore siciliano ha candidato l'Isola come sede di produzione vaccinale, con una lettera al ministro per lo Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, in cui esprime "un sincero apprezzamento per l' impulso offerto all' industria farmaceutica per la produzione, nel territorio nazionale, di vaccini contro il Covid-19".

La situazione in Italia

In Italia si registra una impennata di attualmente positivi (+10.276) con 25.673 nuovi casi Covid su 208469 tamponi (10.68%) e 163748 test rapidi (2.06%). 373 i decessi registrati nelle 24 ore. Sale la pressione negli ospedali dove salgono di 365 unità i posti letto occupati mentre è record di ingressi giornalieri in terapia intensiva: sono 266 i nuovi pazienti che devono fare ricorso alle macchine per restare in vita.

  • Nuovi casi: 25.673 (ieri 22.409)
  • Casi testati: 128418 (ieri 122676)
  • Tamponi (diagnostici e di controllo): 372.217 (ieri 361.040)
  • molecolari: 208469 di cui 22268 positivi pari al 10.68% (ieri 9.75%)
  • rapidi: 163748 di cui 3381 positivi pari al 2.06% (ieri 1.58%)
  • Attualmente positivi: 497.350, +10276 (ieri 487.074, +8191 )
  • Ricoverati: 23.247, +365 (ieri 22.882, +489 )
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 2.859, +32, 266 nuovi (ieri 2.827, +71, 253 nuovi)
  • Totale casi positivi dall'inizio della pandemia: 3.149.017 (ieri 3.123.368)
  • Deceduti dopo Covid test positivo: 101.184, +373  (ieri 100.811)
  • Totale Dimessi/Guariti: 2.550.483 (ieri  2.535.483, +13752)
  • Vaccinati: 1.803.693 (6.005.183 dosi somministrate) si tratta del 83.3% delle 5.202.990 dosi consegnate da Pfizer e delle 493.000 consegnate da Moderna al 26 febbraio. La campagna vaccinale dedicata agli over 80 non in Rsa ha coinvolto oltre 1.219.000 i "nonni" che hanno avuto almeno una dose del vaccino Pfizer/Moderna. In distribuzione le prime dosi dei 1.512.000 vaccini AstraZeneca destinati alla fase 3 per le categorie a rischio dai 18 a 55 anni e da ieri approvate anche per l'uso agli over 65: 157mila gli uomini delle forze armate già coinvolti, 497mila tra il personale scolastico. Sul sito del Governo il report aggiornato dei vaccini. Ieri somministrate 193mila dosi (di cui 42mila seconde dosi) rispetto alle 300mila auspicate. Crescono le polemiche per la mancata programmazione: il governatore ligure Giovanni Toti ha ammesso che anche se arrivassero tutti i vaccini come da contratto non sarebbero in grado di somministrarli


 

Potrebbe interessarti: https://www.palermotoday.it/cronaca/coronavirus-bollettino-contagi-palermo-sicilia-11-marzo-2021.html

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento