Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Covid, in Sicilia 137 nuovi contagi (27 in provincia) e 4 morti: restano solo 18 i pazienti in terapia intensiva

Scendono sotto quota 4 mila gli attuali positivi, in calo anche i ricoverati meno gravi. Poco più di 10 mila i tamponi processati (1,3% il tasso di positività)

Sono meno di 20 le terapie intensive occupate dai malati Covid negli ospedali siciliani. E anche oggi - come ieri - non si è registrato nessun nuovo ingresso. Sono invece 137 i nuovi contagi individuati su 10.460 tamponi processati, con un tasso di positività dell'1,3%. Si registrano purtroppo altri 4 morti sull'Isola, mentre i guariti sono 279.

Gli attuali positivi scendono sotto quota 4 mila, 3.885 per la precisione. Di questi poco più del 4% si trova in ospedale: 151 (-4 rispetto a ieri) in regime ordinario, mentre 18 (-2) in terapia intensiva. I restanti 3.716 senza sintomi o con sintomi lievi sono curati in casa. A livello provinciale sono 12 i nuovi casi a Palermo, 22 a Catania, 0 a Messina, 15 a Siracusa, 8 a Trapani, 12 a Ragusa, 27 ad Agrigento, 32 a Caltanissetta e 9 a Enna.

I vaccini proteggono contro la variante Delta?

"Siamo al corrente delle preoccupazioni poste dalla variante Delta e dalle altre varianti", ma "al momento tutti i vaccini approvati nell'Unione europea (Pfizer, Moderna, AstraZeneca e Johnson&Johnson, ndr) sembrano efficaci nel proteggere coloro che si sono vaccinati da tutte le varianti virali in circolazione nell'Ue". Lo ha riferito il capo della strategia vaccinale dell'Ema, Marco Cavaleri, nel corso di una conferenza stampa organizzata dall'Agenzia europea del farmaco.

"Le prime evidenze scientifiche indicano che due dosi del vaccino sono protettive nei confronti della variante Delta", ha aggiunto Cavaleri. "È importante continuare la vaccinazione con particolare attenzione alle persone più vulnerabili e gli anziani", ha sottolineato. Sempre a proposito delle mutazioni del virus, Cavaleri ha confermato che l'Ema si aspetta che "emergano altre varianti, quindi è molto importante che si continui con il monitoraggio e la sorveglianza sull'efficacia dei vaccini". Oltre alla variante Delta "classica", tra l'altro, "è già emersa la Delta plus, che è la Delta con un'ulteriore mutazione nella proteina spike, che dobbiamo tenere sotto controllo", ha detto l'esperto.

Il Covid in Italia

Il nuovo bollettino coronavirus del ministero della Salute di oggi registra 882 nuovi casi (su 188.474 tamponi) e 21 decessi. In calo di 18 unità le terapie intensive (oggi sono 229, con 7 nuovi ingressi nelle ultime 24 ore), -61 i ricoveri ordinari negli ospedali. Il rapporto positivi-tamponi è allo 0,5%. Le persone attualmente positive scendono sotto 50 mila. Era dal 27 settembre 2020 che i malati non erano meno di 50 mila: all'epoca eravamo all'inizio dell'impennata che avrebbe portato, il 22 novembre 2020, al picco con addirittura 802 mila malati attivi. Dei 49 mila attualmente positivi di oggi, 47.597 sono in isolamento domiciliare, 1.532 sono ricoverati nei reparti ordinari e 229 in terapia intensiva. Prosegue il calo della curva epidemiologica in Italia: ieri sono stati registrati 776 nuovi casi, con un tasso di positività allo 0,4%, e 24 decessi.

Coronavirus, il bollettino di oggi giovedì 1 luglio 2021

  • Attualmente positivi: 49.358 (-1.083)
  • Deceduti: totale 127.587 (+21)
  • Dimessi/Guariti: totale 4.083.843 (+1.941)
  • Ricoverati con sintomi nei reparti ordinari: 1.532 (-61)
  • Ricoverati in terapia intensiva: 229 (-18, con 7 nuovi ingressi nelle ultime 24 ore)
  • Tamponi: 188.474 (in tutto 71.771.680)
  • Totale casi positivi dall'inizio della pandemia: 4.260.788
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, in Sicilia 137 nuovi contagi (27 in provincia) e 4 morti: restano solo 18 i pazienti in terapia intensiva

AgrigentoNotizie è in caricamento