rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Cronaca

Coronavirus, il bollettino dell'Asp: sono 213 i nuovi positivi, ma i numeri non tornano

Più volte, anche lo scorso anno, i sindaci avevano lamentato una differenza numericamente significativa tra i casi contenuti nel documento diffuso alla stampa e quanto comunicato ai primi cittadini. Tutto dipenderebbe dalle guarigioni registrate dai medici di famiglia

Capiamo che il sistema sia andato in "crash" a causa di un numero di tamponi processati enorme e un dato dei positivi al Covid-19 parimenti gigantesco (sono oltre 16.600 gli attuali soggetti in cura, quasi tutti a casa), ma ancora una volta abbiamo la percezione che qualcosa non quadri per davvero nei numeri contenuti nel bollettino dell'Asp di Agrigento.

Prima elenchiamo i numeri forniti ai giornali proprio dall'Azienda sanitaria provinciale: alla data del 24 gennaio (con tamponi realizzati il 23) risultano 213 nuovi positivi, un nuovo ricoverato e 424 persone guarite. Fin qui, tutto chiaro.

Ma la vicenda si ingarbuglia e non poco se guardiamo i numeri dei singoli comuni, dato che vi è una differenza davvero significativa tra il numero dei positivi in trattamento di cui sono in possesso i sindaci (che ovviamente li ricevono dall'Asp) e quelli contenuti nell'ormai famigerato bollettino (quasi) giornaliero. Una "sfasatura" di anche alcune centinaia di casi, con i dati dei primi cittadini che sono significativamente più bassi rispetto a quelli dell'Azienda sanitaria, come se non venissero correttamente conteggiate le guarigioni.

Un'ipotesi, certo. Un dubbio, più che altro, che già in passato erano stati gli stessi sindaci ad avanzare senza però mai ricevere risposte. C'è chi, come nel caso di Favara o Campobello di Licata, ha deciso di non diffondere più i numeri.

Questa differenza numerica, ci conferma l'Asp, esisterebbe in modo certo e non riguarderebbe il numero di nuovi positivi, i ricoveri o i decessi (che sono attendibili) ma il dato dei guariti. Questo soprattutto per quanto riguarda le situazioni di fine isolamento gestite dai medici di famiglia, che comportano appunto uno "sfasamento" tra i numeri dell'Asp e quelli dei sindaci. La situazione, pare, si normalizzerà a febbraio. A questo bisogna aggiungere che, - come spiegato nei giorni scorsi - il dato è falsato dalla lentezza con la quale la Regione carica il numero dei guariti.

La situazione negli ospedali

Gli agrigentini attualmente ospedalizzati sono 69 (lo erano anche ieri, ma si segnala un nuovo ricovero e una guarigione). In degenza ordinaria/subintensiva sono 59 (stabile): in 31 (+1) si trovano al "Fratelli Parlapiano" di Ribera e in 28 (-1) al San Giovanni di Dio di Agrigento. Sono 6 (dato stabile) i pazienti ricoverati in terapia intensiva: 3 al presidio ospedaliero riberese e 3 al San Giovanni di Dio. Quattro persone (dato stabile) si trovano in strutture low care: 2 al Covid Hotel di Sciacca, una al Covid Hotel di Ribera e una in un'altra struttura fuori provincia. Sono 8 (dato invariato) i pazienti ricoverati ma non residenti che non sono inclusi nel totale.

I dati Comune per Comune

Agrigento 2.350 (-14); Alessandria della Rocca: 132 (+4); Aragona: 232 (-8); Bivona: 98 (+6); Burgio: 23 (-11); Calamonaci: 33 (-7); Caltabellotta: 116 (+3); Camastra 95 (+4); Cammarata: 346 (+4); Campobello di Licata: 403 (+1); Canicattì: 1760 (-4); Casteltermini: 356 (+5) con 6 migranti (dato stabile) ospitati in un centro di accoglienza; Castrofilippo: 142 (-2); Cattolica Eraclea: 54 (-5); Cianciana: 170 (stabile); Comitini: 48 (-2); Favara: 1.844 (+2); Grotte: 245 (-3); Joppolo Giancaxio: 53 (-1); Licata: 1.079 (-78); Lucca Sicula: 21 (-3); Menfi: 316 (stabile); Montallegro: 34 (-2); Montevago: 32 (stabile); Naro: 227 (stabile); Palma di Montechiaro: 1.409 (+8); Porto Empedocle: 720 (-23); Racalmuto: 288 (-11); Raffadali: 535 (-5); Ravanusa: 323 (-6); Realmonte: 244 (+3); Ribera: 290 (-64); Sambuca di Sicilia: 104 (stabile); San Biagio Platani: 38 (stabile); San Giovanni Gemini: 390 (+4); Sant'Angelo Muxaro: 26 (stabile); Santa Elisabetta: 42 (stabile); Santa Margherita di Belice: 232 (-1); Santo Stefano di Quisquina: 228 (+8); Sciacca: 1.359 (stabile); Siculiana: 266 (-4) con un migrante ospitato al "Villa Sikania"; Villafranca Sicula: 17 (-4).

Ci sono 31 migranti (dato invariato) in quarantena sulle navi di accoglienza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il bollettino dell'Asp: sono 213 i nuovi positivi, ma i numeri non tornano

AgrigentoNotizie è in caricamento