Covid e nuovo Dpcm, autocertificazione: quando serve nella zona "arancione"

Il modulo è in dotazione degli operatori di polizia, ma può essere compilato anche a casa

Con il nuovo Dpcm l'Italia è stata divisa in tre macro aree a seconda delle situazione epidemiologica. Per spostarsi torna ad essere necessaria l'autocertificazione, il modulo che abbiamo imparato a conoscere durante la prima fase dell'epidemia e tornato tristemente in auge nella seconda ondata nelle regioni in cui era stato stabilito il coprifuoco. Con l'entrata in vigore del nuovo decreto l'autocertificazione (o autodichiarazione) sarà indispensabile a tutti (o quasi) i cittadini italiani. Il modulo da presentare agli operatori di polizia è quello emesso dal ministero dell'Interno a ottobre. 

L'autodichiarazione ai sensi degli articoli 46 e 47 D. P. R. n. 445/2000 è anche in possesso degli operatori di polizia e può essere compilata al momento del controllo.

Il firmatario dovrà dichiarare che il propio spostamento è determinato da: 

  • comprovate esigenze lavorative
  • motivi di salute
  • altri motivi ammessi dalle vigenti normative ovvero dai predetti decreti, ordinanze e altri provvedimenti che definiscono le misure di prevenzione della diffusione del contagio;

Sarà inoltre necessario indicare nel modulo di autocertificazione

  • il proprio abituale domicilio;
  • un contatto telefonico valido;
  • di non essere sottoposto alla misura della quarantena ovvero di non essere risultato positivo al Covid-19 (fatti salvi gli spostamenti disposti dalle Autorità sanitarie);
  • di essere "consapevole delle conseguenze penali previste in caso di dichiarazioni mendaci a pubblico ufficiale" regolate dall'articolo 495 del Codice di procedura penale.

Il modulo è lo stesso che era stato predisposto in occasione del decreto Covid del 24 ottobre e può essere scaricato sul sito del Ministero dell'Interno o al link che trovate in basso. 

Autocertificazione per gli spostamenti: scarica il modulo in Pdf

Autocertificazione: quando è necessaria nelle zone rosse

Ma quando e dove è necessario esibire l'autocertificazione? Tutto dipende dal "colore" della propria regione. Nelle aree ad alto rischio (Calabria, Lombardia, Piemonte e Valle d'Aosta) l'autocertificazione è necessaria praticamente sempre: il Dpcm in vigore dal 6 novembre 2020 vieta infatti ogni spostamento che non sia per motivi di lavoro, salute o necessità. Poche le deroghe: gli abitanti delle regioni interessate possono uscire di casa per fare la spesa o recarsi negli esercizi che restano aperti, per accompagnare i figli a scuola, per fare jogging e per svolgere "attività motoria" all’aperto purché in prossimità della propria abitazione. Ma per muoversi serve appunto l'autodichiarazione. 

zone rosse gialle arancioni-2

Regioni arancioni: quando è necessaria l'autocertificazione

Nelle aree arancioni (Puglia e Sicilia), l'autocertificazione è necessaria se ci si deve spostare al di fuori del proprio Comune o della propria regione. A differenza delle zone rosse, nelle regioni arancioni ci si può muovere liberamente all'interno del proprio Comune senza giustificare alcunché ma solo dalle 5 alle 22. Di notte bisogna invece portare con sè l'autodichiarazione. 

modulo autocertificazione spostamenti novembre 2020 pdf-2Autocertificazione: quando serve nelle regioni gialle

Nel resto del territorio nazionale, l'autocertificazione è necessaria solo per muoversi all'interno del proprio Comune a partire dalle 22 alle 5. In questa fascia oraria per uscire di casa bisogna avere una ragione valida (salute, lavoro o motivi di comprovata urgenza). 

Secondo l'annuncio di Giuseppe Conte le regioni che ricadono nella "zona gialla" sono le seguenti: 

Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Sardegna, Toscana, Umbria e Veneto, Provincia di Trento.

In queste regioni ci si può muovere liberamente tra i Comuni e ci si può spostare anche nelle altre regioni gialle senza dover presentare l'autocertficazione. Per quanto riguarda gli spostamenti tra le regioni il nuovo Dpcm in vigore dal 6 novembre consente di attaversare i territori in fascia rossa o arancione a patto che la regione di provenienza e quella di destinazione siano in fascia gialla. Alle nuove regole sugli spostamenti abbiamo però dedicato un articolo ad hoc.

autocertificazione  spostamenti quando-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Il Coronavirus fa paura: Licata +26 contagiati, altri 30 positivi a Ravanusa, 10 a Favara, 9 a Montevago e 7 a Sambuca

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Rimorchio si sgancia da tir e travolge auto: due feriti, uno in gravi condizioni

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento