menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Coronavirus, da oggi via a nuove regole per la differenziata: ecco tutte le indicazioni

Sospeso il riciclo per coloro che sono in quarantena fiduciaria e quelli che sono già affetti da Covid-19: i rifiuti di questi ultimi saranno inceneriti

Coronavirus, cambiano le regole anche per quanto riguarda la gestione dei rifiuti. A partire da oggi, venerdì 3 aprile, sarà avviata una raccolta dei rifiuti dedicata ed esclusiva per gli utenti in regime di quarantena domiciliare fiduciaria, tutti coloro cioè che non sono casi Covid-19 positivi certi ma che, appunto, sono in attesa che trascorra il periodo entro il quale, stando a quanto conosciamo oggi della patologia, la stessa manifesta i propri effetti. Se i casi positivi, appunto, non dovranno più differenziare, ma i rifiuti andranno direttamente distrutti in impianti specifici, la Regione ha deciso di estendere delle cautele anche ai casi che sono appunto ancora sospetti.

Tutti coloro che sono in quarantena fiduciaria non dovranno quindi differenziare, ma i loro rifiuti finiranno in discarica.

La raccolta dell’indifferenziato avverrà nelle giornate di lunedì e venerdì ed i rifiuti dovranno essere conferiti davanti la residenza a partire dalle 12 e fino alle ore 13.30 e lasciati esposti fino al ritiro

Tutti i rifiuti prodotti senza differenziare devono essere conferiti in un unico sacco, senza essere schiacciati o compressi, il sacco dovrà essere inserito in un secondo sacco, chiuso ermeticamente e posto dentro uno o più mastelli in caso di maggiori quantità e più sacchi. Gli addetti alla raccolta preleveranno i sacchi e procederanno alla sanificazione dei mastelli prima che questi possano essere riportati a casa.

Per tutti gli altri utenti restano confermate modalità e calendario vigente con la sola prescrizione di smaltire guanti, mascherine e fazzolettini usati dentro il mastello del secco residuo. Resta confermato regolarmente l’uso anche dei mastelli, che il Comune ha ritenuto di mantenere invece di ripristinare l'utilizzo dei sacchetti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento