menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Coronavirus, "positivo" un medico del "San Giovanni di Dio": aumentano i casi anche a Ribera

Per l'ospedale di contrada Consolida è stata già messa in moto la macchina delle estese verifiche epidemiologiche. Dell'esito del test è stato anche informato - in quanto responsabile dell'Igiene e della Sanità pubblica - il sindaco Lillo Firetto 

Un operatore sanitario di Ribera in servizio all'ospedale "Giovanni Paolo II" di Sciacca e un medico in servizio all'ospedale "San Giovanni di Dio" di Agrigento. Continua ad aumentare l'elenco delle persone che, per un motivo o per un altro, sono stati contagiati dal Covid-19. Se nel primo caso: quello dell'operatore sanitario d Ribera, il contagio sembrerebbe essere riconducibile al "focolaio" ospedaliero di Sciacca. Nel secondo: quello del medico in servizio nella struttura di contrada Consolida, non è chiaro - non sembrerebbe esserlo - come abbia contratto l'infezione.

Firetto: "Il medico è in isolamento ed è asintomatico"

Coronavirus, avanza l'epidemia sull'isola: 379 i contagiati +68 rispetto a ieri

L'esito del tampone è arrivato: la 76enne di Favara è positiva

Al momento, una sola la certezza: il medico del "San Giovanni di Dio" non ha avuto alcun contatto, né diretto e nemmeno indiretto, con la 76enne di Favara che era ricoverata al reparto di Cardiologia e che - dopo un intervento chirurgico - è stata trovata positiva al Coronavirus. Ieri sera, al "San Giovanni di Dio" sono arrivati i primi esiti dei tamponi effettuati a medici, infermieri, personale di sala a 2 pazienti dell'unità operativa di Cardiologia: coloro che, in qualche modo, erano venuti a contatto con la 76enne di Favara. Le prime risultanze dei tamponi rino-faringei sono state ottime: tutti i test sono stati negativi. 

Terzo caso di Coronavirus a Menfi, il sindaco parla alla città: "Dovete restare tutti a casa"

Coronavirus: negativi i tamponi di medici e infermieri di Cardiologia, test pre-dimissioni per il sanitario di Sciacca

Per il caso del medico, un cinquantenne, che è stato trovato - nelle ultimissime ore - positivo al Covid-19, s'è messa in moto la macchina delle estese verifiche epidemiologiche. Il protocollo sanitario nazionale è rigido e prescrive che vengano identificati tutti i contatti della persona risultata positiva affinché vengano allertati, posti in isolamento e se, dal caso, a stretta sorveglianza sanitaria. Del nuovo caso positivo, ad Agrigento, è stato già anche informato - in quanto responsabile dell'Igiene e della Sanità pubblica - il sindaco di Agrigento: Lillo Firetto. 

Coronavirus, primo caso a Palma di Montechiaro: ricoverato in Terapia intensiva un medico 70enne

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento