Cori razzisti contro Mario Balotelli a Verona, indagato un agrigentino

L'uomo non apparterebbe a gruppi ultras e non sarebbe nemmeno un assiduo frequentatore delle curve

La notizia aveva fatto il giro d'Italia e provocato reazioni a catena nei confronti del tifo organizzato veronese. Alla fine però ad oggi l'unico indagato per i cori razzsti nei confronti di Mario Balottelli registratisi durante la partita Hellas Verona-Brescia è un agrigentino.

Lo riporta il quotidiano. L'uomo, che vive da anni in Sicilia, era tornato in città per visitare alcuni amici e non sarebbe né un ultras nè un frequentatore della curva dell'Hellas. E' stato individuato dagli investigatori grazie al video girato da un'amica che è stato poi incrociato con altre immagini in possesso delle forze dell'ordine. In quei fotogrammi l'uomo sarebbe impegnato a fare il verso della scimmia nei confronti del calciatore di colore.  

Il caso dei cori contro Balotelli ebbe ripercussioni anche di tipo sportivo per la società veronese, dato che la Figc ha preso provvedimenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento