menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Convegno a Raffadali: "Il pistacchio e i suoi nemici naturali"

Oltre ai due parassiti già conosciuti, sono stati individuati altri parassiti e avviati dei campi di sperimentazione nel territorio agrigentino per testare i trattamenti messi a punto

La coltura del pistacchio rappresenta, per la provincia di Agrigento, una delle voci più importanti nel quadro dell'economia agricola provinciale. I recenti problemi causati alle piantagioni nostrane, attaccate da alcuni parassiti, ha stimolato la ricerca scientifica con lo scopo di eliminare o, quantomeno, ridurre la presenza di questi fitofagi che hanno ridotto drasticamente la produzione del frutto verde negli ultimi anni.

Della coltura del pistacchio in Sicilia e dei suoi nemici naturali se ne è discusso, ieri mattina, a Raffadali, nel corso di un convegno tenutosi nella sala consiliare del comune. Dopo i saluti del sindaco Giacomo Di Benedetto, che ha mostrato di conoscere bene l'argomento, essendo egli stesso un produttore e del presidente del Gal Sicani, Salvatore Sanzeri, si è dato via al dibattito, moderato da Pasquale patti, dirigente della Soat di Aragona. Molti i relatori iscritti a parlare, preceduti dai dirigenti Soat: Massimo Brucato, Giuseppe Cusumano, Giuseppe Galvano e Carmelo Rinoldo. Ad entrare nel vivo della discussione sono stati i professori universitari Tiziano Caruso di Palermo SWanti Longo e Pompeo Suma di Catania. Cui sono seguiti gli interventi degli esperti: Fabrizio Viola, Angelo Palamenghi e Luigi Sicilia, mentre a trarre le conclusioni è stato il prof. Dario Cartabellotta dirigente generale del dipartimento regionale degli interventi infrastrutturali per l'agricoltura. Oltre ai due parassiti già conosciuti, il Megastigmus pistaciae e del'Eurytoma plotnikovi, sono stati individuati altri parassiti e avviati dei campi di sperimentazione nel territorio agrigentino per testare i trattamenti messi a punto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento