Al bar a sorseggiare un aperitivo o in moto senza alcun motivo: pizzicati nuovi incoscienti

I poliziotti, lungo via Atenea, hanno fermato e controllato un uomo che ha riferito d'aver mal di pancia e d'essere uscito per farselo calmare con una passeggiata 

Uno dei tanti controlli della polizia

Seduti al bar a sorseggiare, come se nulla fosse, un aperitivo o in sella ad una moto che non s'è neanche fermata al semaforo rosso. E poi a spasso lungo la via Atenea adducendo, al momento del controllo, d'aver mal di pancia e d'essere uscito per farselo calmare con una passeggiata. Proseguono - ed è inevitabile che sia così visto che in giro ci sono ancora tanti che si reputano furbetti - i controlli della polizia di Stato, tanto ad Agrigento quanto nel resto della provincia.

Al supermercato per 3 euro di spesa, cassieri e repartisti: "Paura del contagio"

Ad Agrigento, i poliziotti - nel corso dei servizi finalizzati alla verifica del rispetto del Dpcm dello scorso 8 marzo - hanno denunciato per inosservanza al provvedimento d'autorità l'agrigentino trovato a spasso lungo la via Atenea. Alla richiesta degli agenti circa le motivazioni del fatto che era fuori casa e parecchio distante dal domicilio, l'uomo ha riferito d'aver avuto mal di stomaco e d'aver provato a farselo passare con una passeggiata. In sella ad un ciclomotore poi, sono stati bloccati e controllati due giovani che non si erano neanche fermati al semaforo. I due, già noti alle forze dell'ordine, fornivano ai poliziotti versioni non esattamente concordanti: uno diceva di dover andare in farmacia per acquistare dei medicinali per il figlio, mentre il secondo sosteneva di essersi fatto dare un passaggio. Anche loro sono stati denunciati ed è stata elevata anche la sanzione per violazione al codice della strada.

Esce di casa per fare la spesa anziché restare in isolamento: denunciata 48enne rientrata dal Nord

A Canicattì invece, i poliziotti del locale commissariato - durante il fine settimana - hanno controllato e sanzionato il titolare di un bar del centro cittadino che,  inosservante alle disposizioni imposte dal decreto della presidenza del Consiglio dei ministri, teneva aperto il proprio locale e somministrava bevande a tre avventori. Anche i canicattinesi che erano usciti fuori casa per un aperitivo sono stati denunciati alla Procura della Repubblica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Porto il cane a fare i bisogni", "corro da mia madre": quelle bugie che costano care, 45 denunce in 2 giorni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • Coronavirus, 7 nuovi casi: 3 ad Aragona, 2 a Sciacca, 1 ad Agrigento e a Palma

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Schizza il bilancio dei positivi nell'Agrigentino, ancora casi a Canicattì e Licata

  • Boom di contagiati da Covid 19 a Sciacca, adesso sono 29: ci sono anche un neonato e la sua famiglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento